Quotidiano

EUROPA
Verso il voto. Poquillon (Comece): il cristianesimo non è una cultura, è una identità

Ridare “un volto” all’Europa e impegnarsi a “costruire insieme, pezzo per pezzo, il nostro destino comune con politiche che abbiano al centro la persona umana”. È questo l’augurio che fr. Olivier Poquillon, segretario generale della Comece, rivolge a tutti i candidati alle elezioni 2019. Ci siamo. Da oggi fino al 26 maggio, in 28 Stati membri dell’Unione europea si andrà alle urne per ridisegnarne il volto istituzionale: anzitutto il Parlamento europeo, nei prossimi mesi Commissione, presidente del Consiglio e della Banca centrale. Un appuntamento cruciale per il futuro dell’Europa.

EUROPA
Majamaa (European Youth Forum): più voce e spazio ai giovani nell'Ue

Alla vigilia delle elezioni parla il vicepresidente di Eyf. “Siamo enormemente sottorappresentati nelle istituzioni pubbliche”. Iniziative per coinvolgere gli under30 nel voto del 23-26 maggio. Nei mesi scorsi si è svolto lo YoFest! mentre un camper ha portato il messaggio europeista in 10 città, con eventi e dibattiti. Documento con dieci richieste alle istituzioni comunitarie.

Countdown
Play
Tibeau (Francia): il voto è un atto di cittadinanza

Votare “è un atto di cittadinanza” e “un dovere” anche per Tibeau, francese: un’affermazione netta nel giorno in cui prendono avvio le operazioni per la rielezione dell’Europarlamento, che in Italia si terranno però nella sola giornata di domenica 26 maggio. Tibeau non mette in discussione la partecipazione al voto, anche se vorrebbe l’Europa prendesse sul serio le questioni dell’ambiente, le migrazioni e le questioni sociali. I giovani sono “attaccati” agli obiettivi sociali dell’Europa, che, dice, “è il nostro futuro”.

Assemblea Cei
Mons. Beschi: "La missione parla anche a chi non è nella Chiesa"

Mons. Francesco Beschi, vescovo di Bergamo e relatore all’Assemblea Cei, spiega al Sir il tema principale dell’assise dei vescovi, e il legame con gli Orientamenti pastorali del prossimo decennio. “Bisogna ritornare a concepire la Chiesa nell’ottica della missione, che non è mai un fatto soltanto individuale”, dice a proposito del rapporto tra la “via” della missione e la “sinodalità” auspicata da Papa Francesco. Ma la missione – aggiunge – “parla anche a chi non è nella Chiesa”.

EUROPA
Vincent Lambert: veglia di preghiera. Mons. Aupetit: “La buona coscienza non è la pace di Cristo”

“La buona coscienza non è la pace di Cristo”. Attorno a questo concetto, si è incentrata ieri sera l’omelia dell’arcivescovo di Parigi, mons. Michel Aupetit, alla 11ª veglia di preghiera per la vita che, su invito di tutti i vescovi dell’Île-de-France, si è celebrata ieri nella chiesa di Saint-Sulpice sul tema “Nella prova: scegliere la vita”.

Da giugno i Btp dovranno trovare nuovi compratori
Paolo Zucca

Se il debito da rifinanziare cresce, e più soggetti vogliono acquistarne meno, diventa indispensabile convincerne altri. Il debito pubblico che rischia di rompere gli argini concordati non piace alla Commissione Ue: a giugno Bruxelles si potrà far sentire con raccomandazioni dure fino alla procedura di infrazione. E’ più probabile però un ennesimo slittamento a settembre quando la nuova Commissione Ue inizierà il mandato mentre a Francoforte finirà quello del presidente italiano della Bce, Mario Draghi.

Assemblea Cei
Bassetti:
Bassetti: "Umiltà, gratuità e gioia sono il nostro piano di lavoro"

“La sinodalità non è un evento da celebrare, ma uno stile da lasciar trasparire”. Lo ha detto il card. Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve, introducendo i lavori dell’Assemblea generale dei vescovi italiani. Il cardinale si è soffermato anche sulle Linee guida per gli abusi che saranno presentate a conclusione dell’Assemblea, sul Terzo settore, sul terremoto e sulle prossime elezioni europee.

Marco Testi
Addio a Niki Lauda: finisce un tempo contraddittorio e affascinante
Marco Testi

A settant’anni era divenuto l’icona di un tempo, quello del breve sogno glamour del passaggio tra i battaglieri Settanta e i nottambuli ed eleganti, a modo loro, Ottanta. L’incendio della sua Ferrari nel 1976, che pur lasciandolo sfigurato per sempre non gli impedì di ritornare in competizione ufficiale dopo poco più di quaranta giorni, la sua freddezza fino alla glacialità (ringraziò solo dopo molti anni i suoi soccorritori, suoi colleghi che avevano rinunciato a proseguire la gara per soccorrerlo), erano diventati proverbiali, come anche la sua proverbiale capacità di programmare la sua attività. Interveniva con consigli tecnici sulla meccanica dei mezzi che guidava, mica due mezzi qualsiasi: erano targati Ferrari e McLaren. Con queste due scuderie fu tre volte campione del mondo, rispettivamente nel 1975, nel ’77 e nel 1984, diventando uno dei miti di quell’epoca.

Razzismo
Rav Sandmel: "La sfida è fare in modo che il bene faccia notizia"

David Fox Sandmel è uno dei direttori dell’Anti-Defamation League, forse la più autorevole organizzazione di monitoraggio e contrasto all’antisemitismo nel mondo con sede a New York. Al Sir analizza il momento presente. “Non sono d’accordo – dice – che oggi sia sempre più difficile accettare l’altro. Quello che vedo è che gli haters ottengono molta attenzione, sulla stampa e su Internet. La sfida, allora, è come mettere insieme ‘i buoni’ e fare in modo che il bene faccia notizia”.

Le fake news non possono trasformare il verosimile in vero
Adriano Fabris

I contenuti, i valori, i progetti che possono consentirci di affrontare i problemi concreti vengono oggi espressi da altri soggetti, che finiscono per svolgere quasi una funzione di supplenza politica. Mi riferisco al Papa, e alla sua insistita valorizzazione dei deboli, degli esclusi, di chi è costretto a migrare, di chi abita le periferie del mondo. Mi riferisco ai ragazzi che scendono in piazza per chiedere un cambiamento nelle politiche sul clima, tale da garantire un futuro al genere umano. Mi riferisco a tutti coloro che, nelle varie parti del mondo, chiedono pane e dignità. Questi sono i temi fondamentali. Queste sono le esigenze vere, che mordono sulla nostra pelle. Averne consapevolezza ci permette di tenere distinti vero e falso, e di verificare nei fatti la correttezza delle informazioni.

EUROPA
Paradosso inglese: caos Brexit e si torna alle urne per l'Europarlamento. Farage verso il trionfo

John Curtice, docente di politica all’università di Strathclyde, analista di sondaggi per la Bbc, spiega al Sir la situazione nel suo Paese. Il 23 maggio i britannici saranno chiamati a scegliere i deputati del Parlamento di Strasburgo dal quale hanno preso le distanze. Partiti divisi al loro interno, Westminster incapace di decidere, euroscetticismo alle stelle. E May potrebbe essere costretta a lasciare…

Amedeo Cencini
Vos estis lux mundi: la Chiesa fa un passo enorme
Amedeo Cencini

La Chiesa è anche un sistema, fatto di obiettivi da raggiungere, di norme e relazioni, stili di vita e sensibilità generale; e un sistema funziona bene non quando tutto in esso è perfetto, ma quando è in grado di riconoscere il male che lo abita, senza esser costretto dall’esterno (dalla stampa) ad ammetterlo, anzi chiedendo a tutti i propri membri d’intervenire per denunciarlo. Ma non basta la denuncia, il sistema funziona se cerca di capire le radici di quel male, le responsabilità a vari livelli, ma che in ogni caso coinvolgono tutti (la trasgressione di pochi è di solito conseguenza della mediocrità di molti). Ancora, in un sistema che agisce correttamente le vittime di quello stesso male vengono ascoltate con profondo rispetto e com-passione, e chi ascolta si lascia ferire e metter in crisi dal loro dolore.

Campania
Sgombero forzato per 450 rom a Giugliano
Sgombero forzato per 450 rom a Giugliano

Sono stati sgomberati dall’amministrazione comunale di Giugliano senza che sia stata offerta loro una soluzione abitativa alternativa. “Dopo Torre Maura e Casal Bruciato è un’altro focolaio d’odio contro i rom”. La denuncia dell’Associazione 21 luglio e di padre Alex Zanotelli: “Stiamo trattando questa gente peggio degli animali, è molto peggio delle baraccopoli africane”.

Ebrei e cattolici
Koch: all’Europa chiediamo "una più grande solidarietà"

Il cardinale Krut Koch parla al Sir a margine del 24° Incontro dell’International Liaison Committee. “L’Europa vive oggi una grande crisi, soprattutto a causa della migrazione. Manca la solidarietà, anche tra i differenti Paesi. Possiamo risolvere questa grande sfida della migrazione soltanto con una più grande solidarietà tra i differenti Paesi. Non possiamo lasciare alcuni Paesi da soli a gestire l’accoglienza dei migranti”.

Robot e "smart home"
Il futuro dell'assistenza e il ruolo delle colf
Il futuro dell'assistenza e il ruolo delle colf

Il ruolo della robotica, della domotica nell’assistenza agli anziani e alle persone con disabilità cambierà molto lo scenario delle nostre società. Portando, come al solito, opportunità e rischi. E il grande punto interrogativo: che fine farà il lavoro umano? E la professionalità degli operatori? Se ne è parlato ieri al congresso nazionale Api-Colf e Federcolf in corso fino ad oggi a Roma, intitolato “La collaborazione familiare 4.0”.

“The Economy of Francesco”
Bruni: “C’è un pensiero dei giovani sul mondo che va preso sul serio”
Bruni: “C’è un pensiero dei giovani sul mondo che va preso sul serio”

Dal 26 al 28 marzo 2020 la città di Assisi sarà protagonista dell’evento “The Economy of Francesco”, una tre giorni dedicata ai giovani economisti e imprenditori, invitati direttamente da Papa Francesco. “C’è un pensiero dei giovani, soprattutto sulle questioni ambientali ed economiche, che è molto più avanti del pensiero degli adulti”, spiega l’economista Luigino Bruni.

Guerra in Siria
I cristiani perseguitati in prima fila negli aiuti agli sfollati di Idlib
I cristiani perseguitati in prima fila negli aiuti agli sfollati di Idlib

Riprendono gli scontri nel Governatorato di Idlib tra esercito di Assad, oppositori armati e jihadisti del fronte Tahrir al-Sham. Secondo le Nazioni Unite sarebbero decine i morti e oltre 150 mila gli sfollati interni. Dal villaggio cristiano di Knaye arriva la testimonianza del parroco, il francescano della Custodia, padre Hanna Jallouf. Cristiani impegnati negli aiuti agli sfollati ma sempre nel mirino dei jihadisti che hanno portato via il raccolto delle olive e delle prugne.

Migranti al confine del Messico
Calderón Calderón: “È crisi umanitaria, rispettare i diritti”
Calderón Calderón: “È crisi umanitaria, rispettare i diritti”

Prima le carovane dei centroamericani. Poi i cubani. Ora anche tantissimi africani. Si trova oggi a Tapachula, la città del Chiapas quasi al confine con il Guatemala, il fronte migratorio più caldo in Messico. Forse ancora di più (anche se fare classifiche è arduo!) rispetto alle pure congestionatissime Tijuana e Ciudad Juárez, alla frontiera nord, quella con gli Usa. È il vescovo di Tapachula, mons. Jaime Calderón Calderón, a lanciare l’allarme attraverso il Sir, dopo averlo già fatto la scorsa settimana con un documento-appello sottoscritto insieme alla Conferenza episcopale messicana.

Al penitenziario di Perugia
“Questa sera, si cena in carcere”
“Questa sera, si cena in carcere”

La nuova sfida del complesso penitenziario di Perugia che ha ospitato all’interno delle mura un vero e proprio ristorante in occasione della quinta edizione delle “Golose Evasioni”, cena evento promossa nell’ambito del corso di “Addetto alla cucina”, organizzato nel laboratorio del carcere di Capanne per il reinserimento sociale e lavorativo di dieci detenuti under 30.

Bankitalia-Istat
Cresce la ricchezza delle famiglie, ma non i redditi
Cresce la ricchezza delle famiglie, ma non i redditi

In rapporto alla popolazione, considerando quindi la ricchezza pro-capite, nel 2017 le famiglie italiane superano anche se di poco quelle tedesche. La principale forma d’investimento resta l’abitazione: 5.246 miliardi, in pratica la metà della ricchezza totale. Non solo. Con 926 miliardi di passività, le famiglie italiane risultano meno indebitate di quelle di altri Paesi.

Mezzanotte del Mezzogiorno
Vescovi metropolia Benevento:
Vescovi metropolia Benevento: "Progetto strategico per benessere"

Un “itinerario da percorrere tutti” insieme per la rinascita delle province dell’entroterra della Campania: è quello che chiedono i vescovi della metropolia di Benevento nella lettera-documento “Mezzanotte del Mezzogiorno”, richiamando i gravi ritardi e gli squilibri nelle politiche economiche e sociali che si sono succedute in Campania, chiedono una svolta decisa e una più mirata politica di sviluppo integrato.

Vos estis lux mundi
Zollner: “Motu Proprio è il passo più importante degli ultimi anni”
Zollner: “Motu Proprio è il passo più importante degli ultimi anni”

Padre Hans Zollner, gesuita e membro della Pontificia Commissione per la tutela dei minori, spiega al Sir le novità contenute nel Motu Proprio “Vos estis lux mundi”. “La situazione nella Chiesa universale è molto diversa. Adesso è stata introdotta una legge che non esisteva in nessuna parte della Chiesa nel mondo. Perché in nessuna parte i chierici fino ad oggi avevano l’obbligo religioso di denunciare”.

Spazio Balcani
L'insegnamento di Papa Francesco in Bulgaria

Francesco, messaggero della pace in Bulgaria e Macedonia del Nord, è stato accolto con grande affetto ed entusiasmo dalla popolazione, tra richiami all’unità dei cristiani e raccomandazioni sull’amore reciproco. La gioia più grande è stata quella dei bambini che hanno celebrato la Prima Comunione: il loro catechista, ora, era il Papa.

EUROPA
Cattolici ed evangelici: 20 milioni in meno nei prossimi 40 anni

Un rapporto del centro Generationenverträge dell’università Albert-Ludwig di Friburgo segnala un dimezzamento dei cristiani tedeschi entro il 2060. Questione demografica e secolarizzazione allo studio del Consiglio Ekd e della Conferenza episcopale Dbk. “Non andiamo nel panico a motivo delle proiezioni”, la reazione del card. Reinhard Marx; “orienteremo il nostro lavoro di conseguenza”.

Sud Sudan
Padre James Oyet Latansio: “Quel bacio mi ha commosso e colpito”
Padre James Oyet Latansio: “Quel bacio mi ha commosso e colpito”

Padre James Oyet Latansio, segretario generale del Consiglio delle Chiese del Sud Sudan: “Il Papa ha dovuto dire con un gesto clamoroso che si può servire il popolo con umiltà e semplicità. Questo è il messaggio. Come il gesto di Gesù con la lavanda dei piedi, la stessa cosa ha fatto Francesco per dare il segnale che non basta essere capi di una Nazione se non si serve con umiltà il proprio popolo. Mi ha commosso. Mi ha colpito molto”.

Instagram
30 anni Sir
Accordo Santa Sede-Cina
Chiesa
Cultura
Politica & società
Esteri

Approfondimenti

Commenti al Vangelo

Almanacco
ALMANACCO LITURGICO
La Messa del Giorno e la liturgia delle Ore di ChiesaCattolica.it
APP
Scarica l’app ufficiale della Liturgia delle Ore per Smartphone e Tablet
BIBBIAEdu

Accesso completo alle traduzioni CEI del 2008 e del 1974, alla Bibbia Interconfessionale, alla Nova Vulgata, all’Antico Testamento ebraico ed aramaico, che riproduce il Westminster Leningrad Codex, e al Nuovo Testamento greco, che presenta il Greek New Testament della Society of Biblical Literature.