Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Religiose: Roma, benedetto il nuovo Collegio di Santa Maria del Patrocinio. Per il card. Sandri “deve rimanere scuola di autentica umanità e vita evangelica”

“Una casa di formazione come quella che oggi benediciamo non può essere pensata semplicemente come uno spazio dove vivere mentre si sta a Roma per conseguire un titolo accademico: deve rimanere una scuola di autentica umanità e di vita evangelica”. Lo ha affermato il cardinale Leonardo Sandri, prefetto della Congregazione per le Chiese Orientali, nella corso della celebrazione eucaristica per la benedizione del Collegio di Santa Maria del Patrocinio a Roma destinato ad accogliere le Religiose Orientali che beneficiano di una borsa di studio per completare il curriculum formativo in Urbe da parte del Dicastero. Nell’omelia, il card. Sandri ha voluto sottolineare tre dimensioni. Per prima “l’obbedienza, un voto che nella sua radice esprima la tensione ad una vita che rimane in ascolto, che ricorda quindi la presenza dell’Altro che è Dio attraverso la presenza dei Superiori e delle consorelle”. Poi “la riconoscenza”, che “oltre a farci vivere in maniera eucaristica, dilata gli orizzonti e i limiti della nostra ragione”. “Vivere con serietà il tempo di studio e soggiorno a Roma – ha osservato il prefetto – oltre che arricchire i vostri Istituti di appartenenza quando vi farete rientro, è un modo di vivere la riconoscenza e la gratitudine con umiltà evangelica”. Infine, “il senso dell’assente” che “è la capacità di vivere, studiare e lavorare, sapendo sempre che quanto stiamo operando non è per noi stessi o arricchire o mostrare le nostre conoscenze, ma è un atteggiamento di servizio che dobbiamo al Popolo santo di Dio”. Alla funzione, celebrata nella cappella del Collegio recentemente decorata dall’Atelier del Centro Aletti sotto la guida di padre Marco Rupnik, erano presenti anche l’arcivescovo segretario della Congregazione, mons. Cyril Vasil’, e il sotto-segretario, padre Lorenzo Lorusso.

© Riproduzione Riservata