Quotidiano

Quotidiano - Italiano

This content is available in English

+++ Papa in Egitto: mons. Bishay (Luxor), omaggio dei capi delle Chiese cristiane ai martiri copti ortodossi nella chiesa di san Pietro +++

(dagli inviati Sir al Cairo) – Con Papa Tawadros II, patriarca della Chiesa copta ortodossa, e i capi delle Chiese cristiane, Papa Francesco renderà omaggio ai martiri della Chiesa copta ortodossa uccisi nel corso dei terribili attentati terroristici che si sono susseguiti in Egitto nell’ultimissimo periodo ed hanno preso di mira la comunità cristiana. Lo farà insieme ai leader delle Chiese cristiane con una preghiera silenziosa e spontanea prima all’interno e poi davanti al muro della chiesa di san Pietro, edificio adiacente alla cattedrale copta di san Marco, nel quartiere di al-Abassiya dove l’11 dicembre scorso un attentato provocò la morte di decine di persone. A dirlo al Sir è mons. Emmanuel Bishay, vescovo di Luxor e presidente del Comitato organizzatore della visita di Francesco in Egitto, che aggiunge: “Quel giorno i corpi dei feriti e dei morti furono trasportati dall’interno della Chiesa a ridosso di un muro fuori la chiesa. Quel muro si è intriso del loro sangue. Oggi davanti a quel muro si è messo un vetro di protezione e quel luogo è diventato meta di pellegrinaggio e di preghiera. Proprio lì davanti, venerdì 28 aprile, dopo l’incontro con Papa Tawadros e insieme a tutti i leader cristiani, Papa Francesco depositerà un mazzo di fiori e accenderà delle candele in omaggio alle vittime. Con questo atto si ricorderanno tutte le vittime dell’Egitto. Davanti a questa teca molti lasciano preghiere e intenzioni. È diventato il muro del martiri”.

© Riproduzione Riservata
Chiesa