Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Colombia: Chiesa in soccorso della popolazione di Manizales, colpita da inondazioni. Si contano 19 morti

Tre settimane dopo la tragedia di Mocoa, riparte la macchina degli aiuti della Chiesa colombiana. Stavolta per soccorrere la popolazione di Manizales, capoluogo del dipartimento del Caldas, sulla cordigliera centrale. La città è stata colpita lo scorso 19 aprile da forti inondazioni. Valanghe d’acqua hanno colpito con forza diversi quartieri periferici della città, abbarbicati sulla montagna e costruiti in modo precario. Il bilancio è attualmente di 19 morti, 26 feriti, una sessantina di abitazioni distrutte, 25 quartieri e 500 famiglie colpite. Il segretario generale della Conferenza episcopale colombiana (Cec), mons. Elkin Fernando Álvarez Botero, vescovo ausiliare di Medellín, in una nota pubblicata sul sito della Cec, ha affermato che la Chiesa colombiana andrà in aiuto delle vittime grazie a quanto raccolto in recenti iniziative: “Avremo l’opportunità di esprimere effettivamente la nostra solidarietà grazie ad alcuni aiuti raccolti in occasione della campagna di Condivisione cristiana dei beni e grazie al lavoro in loco del segretariato di Pastorale sociale”, ha detto il presule, che ha proseguito auspicando che il Governo e gli altri organismi pubblici vadano sollecitamente in aiuto della popolazione. Mons. Álvarez ha assicurato la “più viva vicinanza dei vescovi verso le popolazioni colpite e i familiari delle vittime”.
L’arcivescovo di Manizales, mons. Gonzalo Restrepo, traccia intanto un primo bilancio di quanto accaduto, dichiarando, sempre sul sito della Cec, che sono moltissime le persone che hanno perso la loro casa. L’arcivescovo ha fatto presente che servono vestiti in buono stato, alimenti e generi di prima necessità. Fin da subito la Caritas di Manizales si è assunta il compito di coordinare e canalizzare gli aiuti, in collaborazione con l’associazione del Banco alimentare. Da tale associazione sono già arrivati aiuti in alimenti dalle città di Cali, Bogotá, Medellín, Ibagué e Pereira.

© Riproduzione Riservata
Mondo