Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Biotestamento: consenso informato e Dat, ecco la scheda (6)

(DIRE-SIR) – Ecco cosa prevede la proposta di legge sul cosiddetto biotestamento approvata in prima lettura alla Camera e che passa al Senato.

BANCA DATI REGIONALI DAT, NIENTE REGISTRO NAZIONALE. Le Regioni che adottano modalità telematiche di gestione della cartella clinica o il fascicolo sanitario elettronico o altre modalità informatiche di gestione dei dati del singolo iscritto al Servizio sanitario nazionale possono regolamentare la raccolta di copia delle Dat. Non è stato possibile, per mancanza di coperture, istituire un Registro nazionale delle Dat. Con un ordine del giorno del Pd si impegna il governo a trovare una soluzione in un altro provvedimento, ad esempio la legge di stabilità.

FIDUCIARIO. Si potrà indicare anche una persona di fiducia, che rappresenterà il malato nelle relazioni con il medico e con le strutture sanitarie. Al fiduciario sarà rilasciata una copia delle Dat, redatte con atto scritto o con videoregistrazione.

PIANIFICAZIONE CONDIVISA DELLE CURE. Nella relazione tra medico e paziente, rispetto all’evolversi delle conseguenze di una patologia cronica e invalidante o caratterizzata da inarrestabile evoluzione con prognosi infausta, può essere realizzata una pianificazione delle cure condivisa tra il paziente e il medico. L’equipe sanitaria deve attenersi a quanto stabilito nella pianificazione delle cure qualora il paziente venga a trovarsi nella condizione di non poter esprimere il proprio consenso o in una condizione di incapacità. La pianificazione può essere aggiornata al progressivo evolversi della malattia su richiesta del paziente o su suggerimento del medico.(segue)

(www.dire.it)

© Riproduzione Riservata
Italia