Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Spiritualità: partita da Lisieux la peregrinatio delle reliquie dei santi Luigi e Zelia Martin, che toccherà varie diocesi italiane

È partita ieri, 18 aprile, dal santuario di santa Teresa di Gesù Bambino a Lisieux (Francia), l’urna con le reliquie dei santi Luigi e Zelia Martin. La peregrinatio toccherà varie diocesi italiane da Novara a Policoro, passando per Rimini, Assisi, Roma e Pompei fino al 22 maggio. Editrice Punto Famiglia seguirà l’itinerario italiano. I santi Luigi e Zelia Martin, canonizzati da papa Francesco il 18 ottobre 2015, sono la prima coppia santa dell’epoca moderna. La peregrinatio dell’urna con le reliquie è stata pensata per portare ovunque il profumo dell’amore coniugale e familiare e far conoscere l’esperienza della famiglia Martin. Editrice Punto Famiglia dal 2011 ha curato diverse pubblicazioni che raccontano e approfondiscono la testimonianza di questi santi sposi e dal 2015 pubblica “Famiglia Martin”, rivista di spiritualità coniugale e familiare.
“Luigi e Zelia, genitori di santa Teresa del Gesù Bambino del Volto Santo – dichiara don Silvio Longobardi, direttore editoriale della rivista e responsabile della peregrinatio italiana –, sono vissuti in un’epoca assai diversa dalla nostra, ma la loro fede ha un linguaggio eloquente che abbatte le barriere del tempo e della cultura. Attraverso il loro esempio vogliamo scrutare quella fede che ha permesso di fare della loro casa una piccola chiesa e di diventare come quella città posta sul monte di cui parla il Vangelo”. “La vita di Luigi e Zelia è stata attraversata da non poche sofferenze – continua don Longobardi -. Essi hanno vissuto tutto a partire e nella luce di quella fede che ha permesso loro di non perdere mai fiducia in quello che Zelia amava chiamare il buon Dio: un Dio buono anche se quattro dei suoi figli erano morti in così tenera età, un Dio buono anche se il suo corpo era consumato dal cancro, un Dio buono anche se non rispondeva alle sue suppliche”.

© Riproduzione Riservata
Chiesa