Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Povertà: Fondazione Zancan, “il problema non è la mancanza di fondi per il sostegno sociale, ma la loro forma di utilizzo”

“Il problema sostanzialmente non è la mancanza di fondi per il sostegno sociale, ma la loro forma di utilizzo”. È quanto emerge da “Poveri e così non sia” (Il Mulino), il rapporto 2017 sulla lotta alla povertà, redatto dalla Fondazione Emanuela Zancan onlus di Padova. “Ogni anno in Italia si impegnano circa 50 miliardi di euro per misure strutturali come pensioni assistenziali, assegni familiari, interventi socio assistenziali a livello locale a cui vanno aggiunti i fondi messi a disposizione per interventi a tempo o sperimentali”, si legge in una nota, facendo riferimento a quei sostegni “che nell’ultimo ventennio hanno preso vari nomi, tra cui: reddito minimo di inserimento; bonus straordinario per famiglie, lavoratori, pensionati e non autosufficienti; carta acquisti (social card); nuova social card sperimentale; Sia; bonus bebé; bonus famiglie numerose, bonus elettrico e bonus gas; assegno di disoccupazione involontaria; bonus 80 euro”. “A fronte quindi di un panorama in cui le risorse ci sono – spiega la Fondazione Zancan – la questione va posta sulla modalità di erogazione delle risorse e sulla verifica e valutazione delle risposte messe in essere, nell’ottica del welfare generativo”.

© Riproduzione Riservata
Italia