Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Acqua: card. Ravasi (Pontificio Consiglio cultura), “elemento di purificazione e fecondità per tutte le civiltà”

“L’acqua è indubbiamente uno dei simboli archetipi dell’umanità, che tocca l’esperienza più profonda”. Lo ha detto il cardinal Gianfranco Ravasi, presidente del Pontificio Consiglio della cultura e la Commissione pontificia di archeologia sacra, in apertura della conferenza, intitolata “Watershed”, sul tema della gestione idrica globale, in corso oggi al Centro Congressi Augustinianum. “La Bibbia – ha proseguito – testo fondamentale della fede ebraico-cristiana, ha 1500 versetti in cui si parla di acqua. Molti rammenteranno il salmo in cui si fa riferimento al ‘cervo che desidera le sorgenti d’acqua, così come la gola tende al cielo'”. Il cardinale ha spiegato come in tutte le civiltà ricorrano due volti della risorsa idrica: “Da una parte – ha spiegato -, vediamo la componente della catarsi, della purificazione, in tutte le religioni. Dall’altra, l’acqua per il suo principio è anche la sorgente della vita, della fecondità. Ecco quindi il battesimo cristiano che attraverso l’acqua indica un inizio della vita nuova”. “In questo convegno, immagino di dare la parola a tre persone diverse. La prima è quella di un mistico del 1500, frate Luis de Leon, che ha usato l’immagine, ‘in Dio si scoprono sempre nuovi mari quanto più si naviga’. La seconda invece è di un santo caro a tutti, San Francesco, che nella lode all’acqua attribuisce alla ‘sora acqua’ quattro aggettivi: utile, umile, preziosa e casta. E, infine, Papa Francesco, che questa mattina ha ricordato questa giornata, parlando soprattutto della necessità di coinvolgere i più giovani”, ha concluso.

© Riproduzione Riservata
Chiesa