Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Sir: le principali notizie di oggi dall’Italia e dal mondo. Mosul, riapre ospedale Al-Qayyara. Elezioni Francia, candidati a confronto

Iraq: riapre a Mosul l’ospedale Al-Qayyara. 45 operatori sanitari, 6 chirurghi, due sale operatorie

Un segnale di speranza a Mosul, Iraq, dove riapre l’ospedale Al-Qayyara, chiuso cinque mesi fa a causa dei danni subiti per i bombardamenti. La struttura sanitaria avrà reparti di ostetricia, traumatologia e primo soccorso. Grazie all’intervento dell’Organizzazione mondiale della sanità, il nosocomio dispone di due sale operatorie, una banca del sangue, un laboratorio per le analisi, macchinari per radiografie. In totale conta al momento su 45 operatori sanitari, compresi 6 chirurghi e 4 anestesisti. L’intervento dell’Oms avviene in una regione in cui la guerra ha provocato, e continua a provocare, morti e innumerevoli feriti che necessitano di cure mediche e di interventi chirurgici.

Francia: dibattito televisivo tra i cinque candidati all’Eliseo. Convincono Macron e Le Pen

Primo di tre dibattiti televisivi ieri sera, in Francia, in vista delle elezioni presidenziali che si svolgeranno il 23 aprile (primo turno) e il 7 maggio (ballottaggio). A confronto i cinque candidati: François Fillon, scelto per rappresentare gollisti e conservatori, Marine Le Pen, candidata del Front National, Emmanuel Macron del movimento En Marche, il socialista Benoit Hamon, il leader della sinistra alternativa, Jean-Luc Mélenchon. Confronto politico teso, tra scandali (riguardanti Fillon e Le Pen), nazionalismo e antieuropeismo, sicurezza, economia e occupazione, politica estera. Secondo un sondaggio di Elabe, realizzato subito dopo la trasmissione della Tf1, Macron sarebbe stato il più convincente, seguito dalla Le Pen. Sono questi i due candidati che sembrano avere maggiori chances di giungere al ballottaggio. Nel frattempo la Francia deve affrontare un nuovo scandalo politico. Il ministro dell’Interno, Bruno Le Roux, è stato convocato per oggi dal premier Bernard Cazeneuve per rispondere delle notizie diffuse dai media secondo cui avrebbe impiegato come sue assistenti parlamentari le figlie minorenni. Il ministro ha spiegato che si trattava di lavori estivi, “utili per il curriculum”, retribuiti però per un totale di 55mila euro.

Belgio: Bruxelles si prepara a commemorare le vittime degli attentati di un anno fa

Bruxelles si prepara a commemorare, nella giornata di domani, le 32 vittime degli attentati del 22 marzo 2016. Re Filippo, il premier Charles Michel, i rappresentanti della capitale e della regione e quelli delle istituzioni Ue prenderanno parte a commemorazioni ufficiali all’aeroporto di Zaventem e alla stazione della metropolitana di Maelbeek, dove scoppiarono gli ordigni che causarono anche un migliaio di feriti, oltre 200 dei quali gravi. I preparativi per le manifestazioni ufficiali sono in corso, mentre la città resta presidiata, da allora, da 1.100 militari. In queste ore monta però la polemica circa il trattamento riservato alle famiglie delle vittime e ai feriti, per lo più in attesa degli indennizzi promessi subito dopo gli attentati dei quali sono finora ritenuti responsabili i kamikaze Najim Laachraoui, Ibrahim El Bakhraoui e Khalid El Bakrhaoui.

Tv: chiude “Parliamone sabato”. Le scuse del direttore generale della Rai

“È inaccettabile che in un programma televisivo le donne siano rappresentate come animali domestici di cui apprezzare mansuetudine, accondiscendenza, sottomissione. Questa vergognosa lista è offensiva nei confronti delle donne”. La presidente della Camera, Laura Boldrini, è stata tra le prime ieri a commentare la trasmissione “Parliamone sabato”, andata in onda il 18 marzo su Rai Uno. Un dibattito in studio con infografica per stabilire quali siano le caratteristiche che gli uomini italiani apprezzerebbero delle “donne dell’est”. Le vaste reazioni registrate ieri hanno indotto la Rai a un intervento, seppur tardivo, con la soppressione del programma condotto da Paola Perego. Il direttore generale della Rai, Antonio Campo Dall’Orto, ha affermato: “Gli errori si fanno, e le scuse sono doverose, ma non bastano”, citando poi “contenuti che contraddicono la mission di servizio pubblico. La decisione di chiudere ‘Parliamone sabato’ non è solo la semplice e necessaria reazione ai contenuti andati in onda lo scorso sabato”, ma anche una decisione che accelera la revisione del daytime di Rai Uno sulla quale peraltro stavamo già lavorando da tempo”.

Scuola: Lanciano e Carini, scuola negata a due studenti disabili. Le autorità indagano

Il ministero dell’Istruzione ha avviato un’indagine tramite l’Ufficio scolastico regionale dell’Abruzzo in seguito alla denuncia della famiglia di un ragazzo autistico di 10 anni che sarebbe stato rifiutato da tre scuole di Lanciano. La madre del bambino si era rivolta al sindaco, Mario Pupillo, segnalando i fatti anche alla polizia. Dalle autorità scolastiche si ricorda che “tutte le studentesse e gli studenti, a maggior ragione se in situazione di difficoltà, hanno diritto a frequentare serenamente la scuola dell’obbligo”. Sempre ieri è emerso un altro caso, a Carini in Sicilia, dove una ragazza disabile di 18 anni non può frequentare le lezioni da quattro mesi non avendo accesso ai bagni.

Italia: Paese “più sano del mondo”. Dieta mediterranea, aspettativa di vita elevata

Secondo l’annuale indagine “Bloomberg Global Health Index” l’Italia sarebbe il Paese con la popolazione maggiormente in salute a livello mondiale, prendendo in considerazione 163 Paesi di tutti i continenti. Gli indici considerati dalla ricerca verificano l’aspettativa di vita, le cure mediche, la dieta. Benché vengano rimarcati anche problemi e ritardi dei Paesi analizzati: per l’Italia si parla anche di ritardo nello sviluppo economico e del 40% di disoccupazione giovanile. Subito dopo il Belpaese, figurano Islanda, Svizzera, Singapore, Australia. Distaccati Germania, Regno Unito, Stati Uniti, Giappone, Cina, Russia. In fondo alla classifica i Paesi in via di sviluppo, con aspettative di vita inferiori rispetto all’Italia di 20 o 30 anni.

© Riproduzione Riservata
Mondo