Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Giornata vittime mafie: Montà (Avviso Pubblico), “siamo tanti e più forti di chi imbratta muri e minaccia”

“Siamo tanti e più forti di quelli che tentano di intimidire imbrattando i muri e minacciandoci”. Lo ha detto sul palco di Locri Roberto Montà, presidente di Avviso Pubblico, che insieme a Libera ha dato vita alla Giornata della memoria e dell’impegno per le vittime delle mafie. “Crediamo che la migliore risposta per fare memoria sia una politica consapevole e responsabile. Una politica che prende coscienze che le mafie sono qui e in mezzo a noi, sono nei luoghi di lavoro, nei settori dell’economia e del commercio. Nessuno può volgere le spalle”. Montà ha ricordato come il 21 marzo sia una giornata nazionale riconosciuta per legge e ha chiesto al legislatore “uno scatto di responsabilità” anche sul tema dei beni confiscati. Il presidente di Avviso Pubblico ha chiesto al governo “di esserci al fianco perché le mafie vogliono Istituzioni deboli e fragili. Ripartiamo da qui per liberare questa bella terra e l’Italia dalle mafie”.

© Riproduzione Riservata
Italia