Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Papa a Milano: Poretti (attore), “milanesi pomposi ma anche fragili. Non vedo l’ora che tu ci possa consolare”

Spiegare Milano al Papa in pochi minuti. È il tentativo messo in atto da Giacomo Poretti nella quarta delle video-lettere, scritte e interpretate in prima persona dall’attore del famoso trio comico “Aldo, Giovanni e Giacomo” in occasione della visita di Bergoglio a Milano. Nel video messaggio, diffuso ieri sul portale papamilano2017.it, Poretti racconta vizi e virtù dei milanesi che sono “pomposi e hanno sempre tante cose da fare, ma sono anche fragili”. E ancora, prosegue il comico, il milanese “è pieno di dubbi. Si chiede se Dio esiste e che senso ha la vita”. Perché “dopo l’happy hour, una volta nel proprio letto, queste domande il milanese, che è molto sensibile, se le fa”. Nel videoselfie c’è, come sempre, spazio per l’ironia attraverso la quale Poretti spiega come, il tipo pomposo, ma fragile, si chieda con sgomento se “i figli è meglio farli prima o dopo essere diventato amministratore delegato”. Concludendo, Giacomo chiede al Papa di fugare i dubbi dei milanesi, quindi lo ringrazia: “Grazie Papa Francesco, non vedo l’ora che tu ci possa consolare”. Autoprodotte dallo stesso Poretti con uno smartphone nel salotto di casa, le “letterine”, come ama definirle lo stesso autore, hanno un tono confidenziale, come fossero i messaggi di saluto di un figlio a un papà che torna da un lungo viaggio, e vogliono dare il benvenuto al Papa, presentandogli, ogni settimana un aspetto diverso della città.

© Riproduzione Riservata
Chiesa