Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Notizie Sir del giorno: prolusione card. Bagnasco, minacce a don Ciotti, Brexit, preghiera davanti al muro Messico-Usa

Cei: prolusione card. Bagnasco, “prossimità” parola-chiave per affrontare sfide e opportunità

“Prossimità” nel quotidiano, a partire dalle parrocchie e dal servizio “accanto alla gente” svolto dai sacerdoti, “con tutto il santo popolo di Dio”. È questa, per il card. Angelo Bagnasco, presidente della Cei, la parola-chiave per affrontare “un tempo di grandi sfide ma anche di grandi opportunità”. Nella prolusione che ha aperto oggi il Consiglio permanente, Bagnasco parla di lotta alla mafia, lavoro, famiglia, giovani, inverno demografico, maternità surrogata, teoria del gender, fine vita, migrazioni, Europa, azzardo. (clicca qui; con un editoriale del direttore)

Scritta su vescovado Locri: mons. Oliva, “non vogliamo il lavoro dalla ‘ndrangheta”

“Da queste parti il bisogno di lavoro è fondamentale e lo conosciamo bene da anni. Su questo problema vogliamo richiamare l’attenzione per il bene di tutti, ma noi il lavoro non lo vogliamo dalla ‘ndrangheta”. Lo dice al Sir monsignor Francesco Oliva, vescovo di Locri-Gerace, in riferimento alla scritta apparsa questa mattina sulla facciata del vescovado di Locri: “Più lavoro meno sbirri”. (clicca qui)

Pedofilia: Rapporto Meter, nel deep web quasi due milioni di immagini e un portale di neonati

Il Report 2016 su pedofilia e pedopornografia di Meter onlus, intitolato “Un crimine contro i bambini”, riporta i dati dell’attività svolta nello scorso anno: identificate e segnalate alla Polizia postale quasi due milioni di immagini (1.946.898 contro il milione e poco più del 2015); rilevati 203.047 video contro i 76.200 del 2015; monitorate e segnalate 9.379 url, in lieve calo rispetto ai 9.872 del 2015. (clicca qui)

Rai-caso Perego: Padula (Aiart), “micro circo irrispettoso spacciato per salotto garbato e familiare”

“Continuiamo a essere delusi da un Servizio pubblico che, invece di puntare su approfondimento serio e contribuire alla crescita culturale dei telespettatori, orienta parte della propria programmazione su temi spazzatura che, come in questo caso, ledono anche la dignità della persona”. Così Massimiliano Padula, presidente dell’Aiart (associazione dei telespettatori e dei cittadini mediali), commenta al Sir la puntata di sabato 18 marzo di “Parliamone… sabato”, durante la quale si enunciavano le caratteristiche delle donne dell’est considerate “migliori” rispetto alle italiane. (clicca qui)

Brexit: Coulter (London School of Economics), “finalmente i negoziati. Si può arrivare a un buon accordo”

“Un grande sospiro di sollievo perché finalmente l’attesa è finita. Così verrà accolta in Gran Bretagna, ma soprattutto a Bruxelles, la notizia che la premier Theresa May invocherà l’articolo 50” del Trattato di Lisbona “il prossimo 29 marzo”. Per Steve Coulter, docente di politica economica europea alla London School of Economics, “finalmente è finita la guerra delle speculazioni e delle accuse reciproche”. (clicca qui)

Messico: preghiera davanti al muro di confine con Usa e marcia per i migranti

L’arcidiocesi di Tijuana, che si trova al confine tra Messico e Stati Uniti (appena al di là della frontiera c’è la californiana San Diego), ha fatto sentire la sua vicinanza ai migranti nel momento in cui da parte statunitense viene confermata la volontà di alzare muri. La tradizionale Marcia per la vita promossa dalla Chiesa locale quest’anno ha voluto essere anche e soprattutto una marcia per i migranti, iniziata proprio con una preghiera davanti al muro frontaliero di confine, che a Tijuana esiste già da parecchi anni. (clicca qui)

Iraq: possibile ritorno dei Gesuiti dopo quasi 50 anni. Patriarca Sako, “benedizione per il Paese e per i cristiani”

“Una vera novità per l’Iraq, e in particolare per la sua componente di popolazione cristiana”. Si tratta del possibile ritorno in Iraq della Compagnia di Gesù dove era presente dal 1932, l’anno dell’indipendenza della Repubblica d’Iraq dall’amministrazione britannica. In una intervista rilasciata a Baghdadhope il patriarca caldeo Mar Louis Raphael I Sako definisce il ritorno dei gesuiti “una benedizione per l’Iraq e soprattutto per i cristiani”. (clicca qui)

 

 

© Riproduzione Riservata
Italia