Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Ecuador: vigilia delle elezioni presidenziali. Moreno, avanti “Revolucion ciudadana”

(DIRE – SIR) – Quaranta nuove università e 191mila case da costruire e distribuire “ai più poveri”: sono le promesse rilanciate alla vigilia delle elezioni presidenziali di domenica in Ecuador da Lenin Moreno, pronto a raccogliere da Rafael Correa il testimone della “revolucion ciudadana”. “Costruiremo 40 università con programmi legati ai bisogni economici di ciascuna località” ha detto Moreno. “Ci saranno case per tutti; ne costruiremo 191mila per i più poveri, completamente gratuite, senza nemmeno un pagamento iniziale”. Domenica circa 12 milioni e mezzo di ecuadoriani dovranno rinnovare il parlamento e scegliere il successore di Correa, che non si è potuto candidare perchè la Costituzione vieta un terzo mandato consecutivo alla guida dello Stato. A caratterizzare la “revolucion ciudadana” sono stati programmi sociali finanziati grazie a un incremento delle rendite petrolifere. Una stagione finita, con il calo del prezzo del greggio e la conseguente crescita dell’indebitamento pubblico. Sul piano politico queste dinamiche si riflettono nell’avanzata dei candidati di opposizione, che potrebbero costringere Moreno a un ballottaggio. Tra gli sfidanti spicca l’ex banchiere Guillermo Lusso, che promette “unità nazionale” e mette in guardia dal rischio che “l’Ecuador finisca come il Venezuela”. (www.dire.it)

© Riproduzione Riservata
Mondo