Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Nomina mons. Perego: mons. Di Tora (Cei), da arcivescovo “porterà avanti suo impegno” rispondendo alle “reali situazioni del momento”

“Sono sicuro che mons. Gian Carlo Perego porterà avanti il suo nuovo impegno con disponibilità, senso di responsabilità, lungimiranza nell’interpretare e rispondere alle reali situazioni del momento”. A dirlo questa mattina mons. Guerino Di Tora, presidente della Commissione Cei per le migrazioni e della Fondazione Migrantes, annunciando, nella sede dell’organismo pastorale, la nomina di Perego alla guida della diocesi di Ferrara-Comacchio. In una nota la Fondazione Migrantes si unisce alla gioia dei fedeli per la nomina del direttore generale ad arcivescovo: “Nella scelta del Pontefice si legge, ancora una volta, l’attenzione particolare verso il mondo migrante e della mobilità umana”. Come direttore della Fondazione mons. Perego, attraverso molteplici incontri nelle varie diocesi italiane e Missioni cattoliche italiane all’estero, ha sottolineato “la centralità della persona a partire dal mondo migrante in tutte le sue dimensioni: immigrati, rifugiati, richiedenti asilo, rom, sinti e camminanti, circensi, lunaparkisti, gente dello spettacolo viaggiante e italiani residenti all’estero. Un impegno che certamente continuerà anche come arcivescovo della Chiesa particolare di Ferrara- Comacchio”, sottolinea la nota. I direttori degli uffici diocesani Migrantes, i delegati e coordinatori nazionali delle Missioni cattoliche italiane all’estero, i cappellani etnici, il personale, i collaboratori, e tutti i sacerdoti e volontari impegnati nella pastorale della mobilità umana “esprimono – conclude la nota – gratitudine a Papa Francesco e ringraziano mons. Perego per il suo costante impegno accanto ai migranti”.

© Riproduzione Riservata
Chiesa