Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Elicottero precipitato: per i funerali di Davide De Carolis, un video di mons. Seccia (Teramo-Atri)

Domenica 29 gennaio, alle ore 10,30, il vescovo della diocesi di Teramo-Atri, mons. Michele Seccia, celebrerà nella cattedrale di Teramo i funerali di Davide De Carolis, il tecnico del Corpo nazionale di soccorso alpino e speleologico, deceduto lo scorso 24 gennaio a seguito dell’incidente aereo verificatosi durante l’operazione di soccorso a uno sciatore rimasto ferito nei pressi della stazione sciistica di Campo Felice. Mons. Seccia interviene con un video pubblicato su www.teramoweb.it, nel quale sottolinea come “anche la diocesi di Teramo-Atri ha pagato il suo tributo a queste giornate di calamità che speriamo siano già il nostro passato”, ricordando tutte le vittime una ad una, partendo proprio da Davide De Carolis. “Svolgeva con passione la sua missione”, dichiara mons. Seccia che ricorda “l’antica esperienza scautistica ha portato Davide a vivere fino in fondo questa esperienza”. Subito dopo ricorda anche Fabio e Mattia Marinelli, papà e figlio morti a Poggio Umbricchio mentre cercavano il carburante e qualcosa che li aiutasse a superare l’emergenza di questa nevicata che li aveva isolati. E ancora Cecilia Martella e la coppia Sara Angelozzi e Claudio Baldini, morti sotto la valanga che ha distrutto l’hotel Rigopiano a Farindola, “tre amici e tre persone di Atri. Una città messa a dura prova dalla nevicata a cui si è aggiunta la morte di tre giovani”.

“Ancora non conosco la data dei funerali: se saranno in diocesi mi unirò ai loro cari per pregare e invocare la misericordia di Dio”, dichiara mons. Seccia che invita credenti e non credenti a dire sì alla carità: “Da qui riprende la speranza di chi continua il cammino quotidiano nell’impegno, nella perseveranza e nel riscoprire aldilà delle polemiche, la solidarietà che costruisce legami e da un vero futuro alla società nell’attenzione al prossimo”.

Nel frattempo si prepara la camera ardente, che verrà allestita nella chiesa di San Bartolomeo a Teramo, e il sindaco del capoluogo di provincia, Maurizio Brucchi, ha proclamato il lutto cittadino per il 29 gennaio, con bandiere a mezz’asta negli edifici pubblici, manifestazione pubbliche annullate e richiesta ai cittadini di osservare un minuto di silenzio in coincidenza con gli orari del rito funebre.

© Riproduzione Riservata
Italia