Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Terremoto: Save the children, inaugurata oggi scuola a Corridonia, in provincia di Macerata

Da lunedì i bambini dell’Istituto comprensivo “A. Manzoni” di Corridonia potranno svolgere le lezioni all’interno della nuova scuola provvisoria, realizzata da Save the Children con il contributo di Bulgari e inaugurata oggi nella frazione di Colbuccaro alla presenza del sottosegretario del Ministero della Pubblica Istruzione Vito De Filippo. Dopo il sisma del 24 agosto scorso, la struttura che ospitava gli studenti della Manzoni aveva infatti subito danni strutturali che l’avevano resa immediatamente inagibile. Per questo motivo gli ottanta bambini che frequentano le classi della scuola dell’infanzia e della scuola primaria, sono stati costretti a iniziare l’anno scolastico seguendo le lezioni all’interno di spazi commerciali e della parrocchia messi a disposizione per ospitare la scuola in attesa di una sistemazione più adeguata. Save the Children, nell’ambito dei suoi interventi a sostegno dei bambini nell’emergenza terremoto Centro Italia realizzati nel Lazio e nelle Marche, ha subito risposto alla richiesta arrivata dal Ministero della Pubblica Istruzione e dall’Ufficio Scuole del Dipartimento Comando e Controllo della Protezione Civile di contribuire a restituire un luogo adeguato allo svolgimento delle lezioni per i bambini di Corridonia. Grazie al contributo di Bulgari, è stato possibile realizzare una nuova struttura prefabbricata di 630 mq circa, nella frazione di Colbuccaro. La struttura è composta da 5 aule didattiche per la scuola primaria e una per la prima infanzia, una palestra, un’area per le nuove tecnologie, una mensa. Alcune famiglie hanno fatto richiesta di trattenere i bambini dopo l’orario scolastico e per venire incontro a questa esigenza il servizio di refezione sarà aperto fino alle 14. All’esterno della scuola saranno a disposizione dei bambini anche circa 4.000 mq di spazio verde per il gioco e le attività sportive. Il Miur ha provveduto all’allestimento interno della scuola e degli spazi dedicati alla didattica, che sarà portata avanti da 11 insegnanti.
“Con l’inaugurazione della nuova scuola di Corridonia, procede un lavoro quotidiano, difficile ma doveroso, per restituire a questi territori servizi fondamentali come la scuola, che rappresenta uno dei presidi decisivi per la ripresa e la ricostruzione della vita di queste comunità”, afferma il sottosegretario del Ministero della Pubblica Istruzione Vito De Filippo. In accordo con l’amministrazione, Save the Children realizzerà sul territorio anche delle attività di sensibilizzazione con la comunità locale e gli istituti scolastici con percorsi di cittadinanza attiva e di riduzione del rischio. “La scuola è un punto di riferimento fondamentale per i bambini e i ragazzi. Lo è ancora di più per quelli che hanno dovuto affrontare le conseguenze di un sisma come quello che ha colpito questi luoghi. Per questo abbiamo voluto ridare a questi bambini il prima possibile uno spazio adeguato e sicuro dove poter tornare a fare lezione tutti insieme”, spiega Raffaela Milano, direttore dei Programmi Italia-Europa di Save the Children.

© Riproduzione Riservata
Territori