Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Ue-Chiese: visita card. Bagnasco all’Europarlamento. Sassoli, “persona e comunità al centro della politica”. Gli spunti emersi dagli eurodeputati

(Bruxelles) “Sentiamo forte il senso di una crisi profonda. La quale tocca la vita quotidiana, i valori su cui si fonda la convivenza. Per questa ragione occorre rimettere al centro della nostra riflessione, e della costruzione europea, la persona e la comunità”. David Sassoli, vicepresidente dell’Europarlamento, ha svolto un’analisi a partire dalla storia europea nel corso dell’incontro tra deputati e cardinale Angelo Bagnasco a Bruxelles. Sassoli ha rimarcato il “ruolo positivo esercitato, in anni bui della storia del continente, dalla cultura cattolica. Anche oggi abbiamo bisogno del contributo degli intellettuali” per “affrontare le difficoltà presenti e preparare il futuro” d’Europa. L’incontro con il presidente della Cei e del Ccee ha consentito a diversi europarlamentari di condividere preoccupazioni personali e spunti politici. Elisabetta Gardini ha indicato il fatto che “talvolta, sui diritti umani bisogna avere il coraggio di andare controcorrente”. Per Silvia Costa il “dialogo tra culture e religioni deve trovare maggiore considerazione ed essere trasversalmente presente nelle politiche” dell’Ue. Massimiliano Salini ha affermato l’urgenza di un recupero della ragione: “qui tante volte non si è fedeli alle radici giudaico-cristiane del continente, ma neanche alle conquiste dell’illuminismo”.
Caterina Chinnici ha ricordato come “i cittadini vedano l’Europa lontana da sé” ed è “dunque necessario recuperare il cuore, i valori, l’anima della politica”. Isabella De Monte ha segnalato il “doveroso impegno per contrastare la povertà, a ogni livello”; Brando Benifei ha ricordato l’attenzione necessaria verso le giovani generazioni, a partire dal lavoro; Damiano Zoffoli ha insistito sul fatto che l’Ue deve “rispettare e valorizzare le diversità, evitando ogni forma di omologazione forzata”. Nicola Danti ha auspicato un impegno “rinnovato della Chiesa nel rimettere al centro la formazione all’impegno sociale e politico”.

© Riproduzione Riservata
Europa