Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Cardinale Baldisseri: a L’Osservatore Romano, “continuità” tra Sinodo della famiglia e Sinodo dei giovani

“Senza volere anticipare né limitare la ricchezza che emergerà dal cammino sinodale, penso che si possa sintetizzare la continuità tra l’Amoris laetitia e il prossimo sinodo attraverso tre parole che ritroviamo nell’esortazione apostolica: gioia, discernimento, accompagnamento”. Così il cardinale Lorenzo Baldisseri, segretario generale del Sinodo dei vescovi, descrive la “continuità” tra il Sinodo della famiglia e il Sinodo dei giovani, di cui domani verrà presentato il documento preparatorio. “L’Amoris laetitia – spiega in un’intervista a L’Osservatore Romano – ha indicato la bellezza e la forza della famiglia, la sua capacità di risposta alle attese presenti nel cuore dell’uomo, l’importanza del suo ruolo nella società”. “Uno degli scopi principali del prossimo sinodo – informa Baldisseri – è quello di aiutare i giovani a imparare a discernere in quale modo concreto possa avvenire la realizzazione piena della loro vita, affinché possano godere della gioia dell’amore. La maggior parte dei giovani si orienta alla scelta di costituire una famiglia. Affinché la loro scelta sia il più possibile rispondente alla loro vocazione è importante che abbiano degli strumenti adatti per conoscere se stessi e per orientarsi opportunamente nella scelta del partner e nella comprensione degli elementi essenziali che permetteranno alla loro futura famiglia di avere delle basi solide”. Secondo il cardinale, inoltre, c’è “una correlazione tra giovani, scelte vocazionali e famiglia”: “Quando si parla della famiglia – fa notare Baldisseri – non si può non tener presente il suo momento costitutivo e quindi l’età giovanile, che è quella in cui ognuno formula un proprio progetto e si orienta alla scelta dello stato di vita. La relatio finalis dell’assemblea sinodale del 2015 ricordava che ‘il desiderio di famiglia rimane vivo nelle giovani generazioni’. Certo, la vocazione al matrimonio non è l’unica maniera di realizzare in modo gioioso e autentico la propria vita, ma rimane vero che ‘molti giovani continuano a vedere il matrimonio come il grande ambito della loro vita e il progetto di una famiglia propria come la realizzazione delle loro aspirazioni’. L’Amoris laetitia parla molto di questa correlazione e credo proprio che il prossimo sinodo ne farà oggetto di riflessione”.

© Riproduzione Riservata
Chiesa