Quotidiano

Quotidiano - Italiano

This content is available in English

Paesi Bassi: diocesi di Groningen-Leeuwarden, fusione di parrocchie. Programma “vulnerabili e fiduciosi”

“La diocesi di Groningen-Leeuwarden ha due nuove parrocchie”: così il sito della diocesi, collocata al nord dei Paesi Bassi, annuncia un nuovo passaggio del processo di fusione delle parrocchie nei due vicariati diocesani, che ora sono 30. Erano 84 nel 2012. Il progetto di ristrutturazione approvato nel 2011 prevede che nel 2018 le parrocchie siano in tutto 19, 10 nel vicariato Groningen-Drenthe e 9 in quello di Friesland- Noordoostpolder. Le due parrocchie nate dalla recente fusione sono dedicate a Ildegarda di Bingen e a Maria Signora di Drenthe, ma le singole chiese parrocchiali “mantengono i loro vecchi nomi” precisa la nota apparsa sul sito della diocesi. “Le fusioni parrocchiali sono il risultato del programma diocesano ‘vulnerabili e fiduciosi’, che mira a consolidare la dimensione amministrativa”, si legge ancora. “Parrocchie più vitali riescono meglio, attraverso nuove attività missionarie e diaconali a costruire un ponte tra la Chiesa e il mondo”. Il programma alleggerirà i sacerdoti coinvolti dalle incombenze amministrative, “permettendo loro di avere più tempo per i propri parrocchiani”. La sede episcopale di Groningen-Leeuwarden è vacante dal marzo 2016, per il trasferimento del vescovo Gerard De Korte, che aveva lanciato il progetto, alla diocesi di ‘s-Hertogenbosch (Boscoducale).

© Riproduzione Riservata
Europa