Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Diocesi: Nola, domenica l’ingresso di mons. Marino

Domenica prossima, 15 gennaio, la Chiesa di Nola accoglie il suo nuovo pastore, monsignor Francesco Marino, che presiederà la solenne celebrazione eucaristica d’inizio del suo ministero pastorale presso la basilica cattedrale di Nola. Alle ore 16 i giovani accoglieranno monsignor Marino presso la Chiesa del Gesù in Piazza Giordano Bruno; alle 16,30 il saluto da parte dell’Amministrazione comunale; alle 17, poi, è previsto l’ingresso nella basilica cattedrale e alle 17,30 l’inizio della celebrazione eucaristica. “Spero vivamente di poter essere per voi e con voi segno – ha scritto monsignor Marino rivolgendosi alla diocesi di Nola appena dopo la sua elezione a vescovo della chiesa dei santi Felice e Paolino – povero certamente come tutti i segni, del vero Agnello e Pastore e potermi dedicare con ogni mia forze e capacità a tutti e ciascuno”.
“In quest’ora – ha dichiarato monsignor Pasquale D’Onofrio, delegato generale della diocesi – il sentimento che pervade la Chiesa nolana è di gratitudine per il Signore che non smette di prendersi cura del suo popolo inviando i suoi pastori. Tutti i momenti della giornata che ci apprestiamo a vivere – pensata assieme a monsignor Marino – vogliono esprimere questo sentimento: dall’incontro col volto giovane della comunità cristiana, al saluto della città fino al momento più significativo, la condivisione della mensa eucaristica. Nola accoglie il suo nuovo pastore perché attraverso di lui il Signore stesso si fa sempre di nuovo nostro compagno di strada nella nostra storia”. Il motto episcopale di monsignor Marino è “In illo uno unum” (Sant’Agostino), che richiama il concetto teologico di unità del corpo mistico di Cristo e la vocazione all’unità in Cristo. Nel suo stemma episcopale, poi, proprio a motivo della sua elezione a vescovo di Nola, monsignor Marino ha fatto aggiungere una campana in movimento: si tratta di un chiaro riferimento a San Paolino di Nola, patrono della diocesi, compatrono della Campania e, secondo la tradizione, l’inventore della funzione liturgica delle campane.

© Riproduzione Riservata
Territori