Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Emergenza freddo: Caritas Pescara, in rete con altre associazioni e amministrazione comunale accolti 150 homeless

A Pescara è stato prorogato fino a domenica il piano di assistenza e ospitalità dei senza fissa dimora contro l’emergenza freddo messo in piedi da una rete di associazioni – Caritas, On the road, Comunità Papa Giovanni XXIII, Comunità di Sant’Egidio, Croce rossa, Misericordia, Gruppo di volontariato vincenziano, Anawim, Romanì Italia, Asso, mensa di S. Francesco – coordinata dall’assessore comunale alle Politiche sociali Antonella Allegrino. Finora, si legge in un comunicato, sono stati ospitati circa 150 senzatetto di cui 92 accolti nelle strutture ricettive, mentre una sessantina hanno trovato riparo nel dormitorio della Caritas. Coinvolti anche i cittadini, invitati a segnalare al numero 349/7856242 dell’Assessorato le persone in difficoltà che poi possono essere raggiunte dalle unità di strada delle associazioni. Racconta Luigina Tartaglia, operatrice dell’unità di strada Caritas: “Inizialmente ci avviciniamo, nel rispetto dei loro spazi, per chiedere come stanno e offrendo loro viveri di conforto e difficilmente veniamo respinti. In seguito accogliamo le loro necessità offrendo l’ospitalità negli alberghi o nel dormitorio”. L’importante è entrare in relazione con loro conquistandone la fiducia. Come in altre città, anche a Pescara ci sono gli “irriducibili” che rifiutano l’ospitalità perché non tollerano regole o spazi chiusi: anche questi, circa una ventina, vengono comunque assistiti in strada.

© Riproduzione Riservata
Territori