Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Diocesi: Modena-Nonantola, Ausl ha riscontrato “sovaffollamento” profughi nell’ex convento di San Cataldo

“Il Dipartimento di sanità pubblica dell’Azienda sanitaria si è attivato prontamente, raccogliendo tempestivamente informazioni da Caritas e Curia, e ha eseguito un sopralluogo, insieme alla prefettura, presso la struttura della Madonna del Murazzo”. Ne dà notizia la diocesi di Modena-Nonantola all’indomani della conferenza stampa tenutasi ieri a proposito dell’accoglienza dei profughi nell’ex convento di San Cataldo. “Abbiamo avuto notizia dall’Ausl – prosegue la diocesi – che, a seguito del controllo effettuato, è stato inoltrato al gestore un verbale con la richiesta di predisporre un piano per la riduzione del numero di ospiti, essendo stata riscontrata una condizione di sovraffollamento”.

© Riproduzione Riservata
Territori