Quotidiano

Quotidiano - Italiano

This content is available in English

Cardinale Bagnasco: visita a Bruxelles. “In Europa cresce l’attenzione alla dimensione religiosa”

(Bruxelles) “È per me la prima visita a Bruxelles. Vi trovo un’attività fervente, impegnativa e delicata. Un lavoro intenso” volto all’integrazione comunitaria. Il card. Angelo Bagnasco sta effettuando una visita di una settimana nella capitale belga che ospita le istituzioni Ue oltre ad alcune presenze ecclesiali di respiro internazionale, fra cui la nunziatura e la Comece (Commissione degli episcopati della Comunità europea). Eletto da pochi mesi alla presidenza del Ccee, Bagnasco, rispondendo a una domanda del Sir, spiega: “Il Consiglio delle Conferenze episcopali d’Europa è una realtà ampia, in cui sono rappresentate le Chiese di tutto il continente, arricchito dunque da tutte le sensibilità ecclesiali e culturali d’Europa. Esso ha un timbro soprattutto ecclesiale, pastorale, ponendo al centro dell’attenzione la nuova evangelizzazione, cui ci richiama Papa Francesco. Il nostro contributo, dunque, vorrebbe portare a ricomprendere le radici cristiane dell’Europa. Da queste deriva la centralità della persona umana, che è appunto un’acquisizione frutto del cristianesimo”. Il cardinale aggiunge: “Osservo che nell’Europa di oggi sta crescendo una più ampia consapevolezza di queste radici” così come “del valore della dimensione religiosa nella vita privata e pubblica”. Dimensione religiosa che “riguarda certamente il cristianesimo, ma anche la presenza delle altre fedi”. “Il fenomeno religioso è avvertito come meritevole di attenzione pubblica”, pur in una realtà in cui “la secolarizzazione è un dato di fatto”.

© Riproduzione Riservata
Europa