Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Monsignor Galantino: l’uomo è chiamato “a vivere una relazione amorosa e non dominatrice con la natura”

“Ecologia integrale” è “la formula con la quale si intende indicare all’uomo in quale direzione va orientata la risposta alla sua vocazione di soggetto fatto per coltivare e per custodire la ‘Casa comune’”: lo ha ricordato stamattina monsignor Nunzio Galantino, segretario generale della Cei, intervenendo a Verona, all’evento dedicato all’enciclica “Laudato si’”. “Per una ecologia integrale – ha chiarito il presule – si tratta di operare in maniera coordinata a più livelli; l’ecologia integrale infatti include l’ecologia ambientale, quella politico-sociale, l’ecologia mentale, culturale, educativa, etica e spirituale”. È insomma “una ecologia relazionale, non selettiva; un’ecologia vissuta da chi sa bene che gli esclusi di oggi saranno gli eliminati di domani e vive la consapevolezza che, quando non ci si spende per questa forma integrale di ecologia, un mondo post-orwelliano è sempre possibile”. Monsignor Galantino ha, perciò, spiegato: “Quando il Papa allora invita a progettare e a vivere per una ecologia integrale, invita a elaborare in maniera piena e consapevole un’etica, una spiritualità ecologica e una cultura della cura per la Casa Comune, l’unica che abbiamo per abitare”. Questo è possibile solo sulla “base di alcuni concetti centrali che attraversano tutto il testo pontificio”, tra i quali il segretario generale della Cei ha voluto “ricordare la concezione che tutto sta in relazione con tutto; nel senso che tutto è relazione e niente esiste fuori dalla relazione”.
L’uomo, ha proseguito monsignor Galantino, è chiamato “a vivere una relazione amorosa e non dominatrice con la natura. Il contrario del paradigma della modernità fondato sul dominio, a tutti i livelli. Espressione di dominio è la tecnocrazia, che è altro dalla tecnica, portatrice di tanti benefici. La tecnica degenera in tecnocrazia e abdica al suo valore positivo quando si lascia prendere dalla bramosia del potere”.

© Riproduzione Riservata
Chiesa