Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Cultura: Giornate europee del patrimonio. Commissione propone anno dedicato a riscoperta di siti, memoria e identità

Il commissario europeo alla cultura, Tibor Navracsics

“Il nostro patrimonio culturale è non solo la memoria del nostro passato, ma anche la chiave del nostro futuro”. Tibor Navracsics è il commissario europeo per l’istruzione, la cultura, i giovani e si è impegnato per una iniziativa recente dell’Esecutivo di Bruxelles: la Commissione ha infatti presentato una proposta al Parlamento europeo e al Consiglio per la designazione del 2018 quale “Anno europeo del patrimonio culturale”. L’obiettivo è “mettere in evidenza il ruolo del patrimonio culturale dell’Europa nel promuovere la consapevolezza di una storia e di un’identità condivise”. Navracsics ha spiegato anche in vista della Giornata europea del patrimonio culturale, che si svolge in Europa a partire dal fine seettimana e per tutto ottobre: “Dai siti archeologici all’architettura, dai castelli medievali alle tradizioni popolari fino alle arti, il patrimonio culturale dell’Europa è il cuore pulsante dell’identità e della memoria collettiva dei cittadini europei”. La “ricca diversità dell’Ue a livello nazionale, regionale e locale è un impareggiabile catalizzatore di interazioni tra persone di ogni età, contesto sociale e cultura”.
“A livello locale, il patrimonio culturale dell’Europa incentiva la coesione e l’integrazione sociale mediante la riqualificazione di zone degradate, la creazione di posti di lavoro radicati nel territorio e la promozione del sentimento di appartenenza a una comunità”. Ciò “accade anche a livello dell’Unione, ad esempio quando visitatori europei e del resto del mondo esplorano l’abbazia di Cluny in Francia, l’Archivio della Corona di Aragona in Spagna o i cantieri navali storici di Danzica in Polonia”. Per informazioni ed eventi in Europa: http://ec.europa.eu/culture/policy/culture-policies/cultural-heritage_it.htm.

© Riproduzione Riservata
Europa