Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Colombia: allarme della Chiesa per i 1.800 femminicidi all’anno

In occasione dell’8 marzo la Chiesa colombiana lancia l’allarme per i numerosi casi di violenza sulle donne che continuano ad essere commessi nel paese. Negli ultimi 5 anni ci sono stati mediamente 1.800 femminicidi, mentre il 30-35% di casi di violenza non vengono denunciati. I dati sono stati forniti dal direttore dell’istituto nazionale di medicina legale Carlos Eduardo Valdés, nel corso di una conferenza stampa promossa dal Segretariato nazionale della Pastorale sociale. Certo, i dati sono in diminuzione, ma si tratta di un numero imponente di casi, che mediamente sono stati più efferati. Il direttore del Segretariato di Pastorale sociale, monsignor Héctor Fabio Henao Gaviria, ha detto che “la pace sarà possibile nel paese solo se saremo capaci di recuperare la coscienza della dignità di tutti i colombiani e in particolare delle donne”. Ed ha proseguito evidenziando che il maltrattamento verso le donne è un problema che, oltre a violare i diritti umani, compromette lo sviluppo del paese. Inoltre, monsignor Henao ha ricordato l’impegno messo dalla Chiesa per accogliere le donne vittime di violenza e per creare per corsi di prevenzione attraverso apposite campagne informative.

© Riproduzione Riservata
Mondo