Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Congresso Ucsi: Ruffini (Tv2000), le “sfide” di raccontare immigrazione ed economia

“La nostra sfida di giornalisti cattolici sta nella capacità di creare identità, senso di appartenenza, di condivisione, di comunione, di essere punto di riferimento nel dibattito del Paese” dando una chiave di lettura per risolvere “il conflitto potenziale tra libertà e responsabilità”. Lo ha detto ieri sera Paolo Ruffini, direttore di rete di Tv2000, intervenuto al congresso dell’Unione cattolica stampa italiana (Ucsi) che si è aperto a Matera (fino al 6 marzo). Ruffini si è soffermato in particolare su due sfide: l’immigrazione e l’economia. La prima interpella il mondo della comunicazione chiedendogli “un’assunzione di responsabilità”, in particolare con riferimento al termine “identità”. “Dovremmo conservare la memoria delle nostre molteplici appartenenze” e “contestare ogni forma di fanatismo – il monito del giornalista – ricostruire le basi di un sentire comune che ci fanno sentire parte di un destino condiviso”. “Occorre costruire sul dialogo e non sull’esclusione la nostra identità che non è mai statica”. A sfidare i giornalisti cattolici è anche “il racconto dell’economia”. “Se quello che sta andando in crisi è un modello che ha posto ai margini la centralità dell’uomo, se quelli cui stiamo assistendo a livello internazionale non sono i vagiti di una guerra di religione ma le convulsioni di un sistema malato, il nostro racconto dovrebbe partire sempre dalla centralità delle persone”.

© Riproduzione Riservata
Italia