Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Colombia: la Chiesa cattolica è l’istituzione con maggior gradimento. Popolazione incerta su cammino di pace

È la Chiesa cattolica l’istituzione maggiormente apprezzata dalla popolazione colombiana, con una percentuale del 68%. Il dato emerge da un’indagine dell’istituto Gallup Colombia, che ha tastato il polso all’opinione pubblica sul gradimento delle istituzioni, delle principali personalità e dei temi del momento. Tra le istituzioni, subito dopo la Chiesa c’è l’esercito (66%) e gli Stati Uniti d’America (65%). Negativo, in questo momento, il parere dei colombiani sull’operato del presidente Juan Manuel Santos (69% di disapprovazione contro il 24% di approvazione). Le istituzioni con il minor grado di approvazione sono i partiti politici (14%), il Venezuela (8%) e i guerriglieri delle Farc (6%). Monsignor José Daniel Falla Robles, vescovo ausiliario di Cali e segretario generale della Conferenza episcopale colombiana, afferma che la Chiesa apprende con soddisfazione l’esito del sondaggio pur ricordando che non opera per cercare riconoscimenti: “Il nostro è un agire disinteressato, siamo presenti dove ci sono i poveri, i profughi, gli esclusi”.

In generale, l’inchiesta mostra che la popolazione colombiana appare disorientata e più sfiduciata di qualche mese fa sul processo di pace, che sta subendo l’ennesima battuta d’arresto proprio in prossimità del traguardo: i guerriglieri delle Farc hanno fatto sapere che con ogni probabilità non sarà rispettata la data del 23 marzo per la firma definitiva. Se nel dicembre scorso il 52% delle persone pensava che il processo di pace fosse sulla buona strada, ora la percentuale è scesa al 36%. E l’80% pensa che non si arriverà alla pace entro il 23 marzo. Tuttavia la maggioranza dei colombiani, pur con molti dubbi su vari aspetti della trattativa, resta favorevole alla prosecuzione della stessa ed è orientata a votare sì al probabile plebiscito dopo la firma degli accordi (53%).

© Riproduzione Riservata
Mondo