Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa di Sicilia: Cesi, in ogni diocesi un servizio di informazione per le cause di nullità matrimoniali

In ognuna delle diciotto diocesi di Sicilia sarà istituito “un servizio di informazione, legato alla pastorale familiare, composto di chierici e laici preparati allo scopo, che possa accogliere le persone in vista dell’indagine preliminare al processo matrimoniale”. Lo ha deciso la Conferenza episcopale siciliana (Cesi) nel corso dei lavori che si sono conclusi oggi a Palermo. La discussione si è incentrata sul sussidio applicativo del Motu proprio “Mitis Iudex Dominus Iesus” circa la nuova procedura per le cause di nullità matrimoniali. È in questo contesto che i presuli siciliani hanno ribadito l’opportunità di “sensibilizzare sacerdoti, religiosi e laici ad una preparazione specifica, legata all’arte dell’accompagnamento, per aiutare a superare le crisi matrimoniali o per verificare eventualmente la validità o meno del matrimonio”. “Questo compito – si legge nella nota finale – potrà essere affidato in primo luogo o al parroco proprio o a quello che ha preparato i coniugi alla celebrazione delle nozze”. Intanto, quando comunque occorresse un giudizio sulla nullità del sacramento del matrimonio, saranno chiamati a giudicare i tribunali diocesani e interdiocesani che verranno costituiti con appositi atti deliberativi. Unica sede per le diocesi di Palermo, Monreale, Cefalù, Mazara del Vallo, Trapani e Piana degli Albanesi. Così anche per Catania, Acireale e Caltagirone che avranno in solo tribunale. Singolarmente si muoveranno invece Siracusa, Agrigento, Piazza Armerina e Nicosia.

© Riproduzione Riservata
Territori