Quotidiano

Quotidiano - Italiano

This content is available in English

Regno Unito: giovani anglicani, esperienza monastica a Lambeth Palace ispirati dalla tradizione benedettina

Si sta rivelando “un’esperienza che trasforma la vita” quella dei 16 giovani che dallo scorso settembre vivono a Londra, in un’ala del Lambeth Palace, sede del primate della Chiesa anglicana Justin Welby. I membri della “Comunità di Sant’Anselmo” provengono da tutto il mondo, hanno tra i 20 e i 35 anni; tra di loro ci sono medici, operatori finanziari, pastori, giornalisti. Insieme vivranno fino a giugno un percorso centrato sulla preghiera, lo studio, il servizio in associazioni di carità in Londra. A guidare il cammino, una regola che s’ispira alla tradizione benedettina e un orario preciso delle giornate, che prevede due ore di preghiera personale. Membri della comunità sono anche 20 giovani che non risiedono a Lambeth Palace, ma ne seguono la regola continuando le loro attività di studio e lavoro a Londra. Desiderio dell’arcivescovo Welby, che ha posto la preghiera e il rinnovamento della vita religiosa tra le priorità del suo ministero, è che questa esperienza, a cui lui stesso partecipa quando risiede a Lambeth Palace, sia una “esperienza di trasformazione per opera dell’amore che ci trova e ci guida, perché anche noi possiamo diventare sorgente di amore”. Priore della comunità è Anders Litzell, svedese di origine, pastore anglicano dal 2012. Tra i giovani di diverse confessioni è anche una giovane cattolica francese, Agnès Vanhems. In queste settimane sono in corso i colloqui per identificare un nuovo gruppo che a settembre comincerà una medesima esperienza.

© Riproduzione Riservata
Europa