Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Rifugiati: Agrigento, “reciprocità esaltata” nel progetto “Yes we host”

Un primo bilancio del progetto “Yes we host – Un rifugiato a casa mia”, avviato dalla caritas diocesana di Agrigento e dlla Fondazione Mondoaltro, grazie al sostegno di Caritas Germania: lo offre il settimanale diocesano di Agrigento, “L’Amico del Popolo”. “Reciprocità esaltata è questo quello che rende prezioso il progetto”, spiega nel servizio la missionaria secolare scalabriniana Alessia Aprigliano, che, insieme con Federico Spagnesi, è referente del progetto “Yes we host – Un rifugiato a casa mia”. Il progetto, che è partito abbastanza con difficoltà e, “benché si riscontrasse un generale apprezzamento – spiega Alessia – le famiglie hanno fatto molta fatica ad aderire, probabilmente anche a causa della novità dell’iniziativa, ch non permetteva di rifarsi a esperienze precedenti”, è riuscito a realizzarsi concretamente il 9 novembre 2015. Ad essere accolti in famiglia, dove resteranno per dieci mesi, ricorda “L’Amico del Popolo”, “sono stati sei ospiti presso quattro famiglie della diocesi: il 9 novembre a Raffadali, il 13 novembre a Realmonte e a Sciacca, il 19 novembre e il 3 dicembre a Licata, dove “le due accoglienze sono state subordinate al compimento del diciottesimo anno di età degli ospiti”. Mentre si sono registrate difficoltà a Realmonte e Sciacca, “positive e collaudate” sono le esperienze di Raffadali e Licata. “mentre le famiglie di Licata e Raffadali proseguono l’esperienza, affacciandosi alle nuove tappe del percorso, come il coinvolgimento dell’intera comunità ecclesiale in un tentativo di diventare chiesa plurale, con le porte aperte – ricorda il servizio -, sono ancora aperti i termini per aderire al progetto Yes we host, naturalmente con un periodo di accoglienza minore”. per ricevere informazioni o organizzare un incontro di presentazione nella propria parrocchia, è possibile contattare i referenti del progetto, telefonando alla Fondazione Mondoaltro: 092226905.

© Riproduzione Riservata
Territori