Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Cardinale Pell: la pedofilia è una “piaga”, “anche un solo suicidio è di troppo”

La pedofilia è una “piaga”, e “anche un solo suicidio è di troppo”. Lo ha detto il cardinale George Pell, leggendo una dichiarazione a conclusione dell’incontro che ha avuto oggi con alcune delle vittime di preti pedofili presenti in questi giorni a Roma, con i loro familiari, per assistere alle sue audizioni davanti alla commissione governativa Royal Commission into Institutional Responses to Child Sexual Abuse. Il porporato ha definito gli abusi sessuali sui minori una “piaga” e ha aggiunto: “Anche un solo suicidio è troppo, e vi sono stati molti tragici suicidi. Mi impegno a lavorare con il gruppo di sopravvissuti per porre un termine a ciò, in modo che il suicidio non sia più un’opzione per coloro che soffrono”. “Tutti – ha assicurato il cardinale – vogliamo far sì che le cose migliorino effettivamente e sul terreno, specialmente per i sopravvisuti e le loro famiglie e voglio continuare a lavorare con il gruppo di sopravvissuti, grazie alle agenzie e alle strutture che abbiamo qui come Chiesa di Roma e in particolare la Pontificia Commissione per la tutela dei minori”. Sempre oggi, alle 11, si è concluso un incontro iniziato alle 9, presso la Pontificia Università Gregoriana, tra il gesuita tedesco Hans Zollner, membro residenziale della Pontificia Commissione per la tutela dei minori e tre vittime di preti pedofili australiani, a Roma per assistere alle audizioni del cardinale Pelle davanti alla Royal Commission into Institutional Responses to Child Sexual Abuse. “Abbiamo avuto un dialogo estremamente positivo”, ha detto a conclusione delle due ore David Ridsdale, portavoce delle vittime: “Le nostre posizioni sono state accolte molto bene, abbiamo ricevuto informazioni sui passi avanti compiuti dalla Commissione guidata dal cardinale arcivescovo di Boston, Sean O’Malley”.

© Riproduzione Riservata
Chiesa