Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Volontariato: Lucca, dal 14 aprile il Festival italiano sulle “città invisibili”

“Abitare le città invisibili” è il tema del Festival italiano del volontariato 2016, in programma dal 14 al 17 aprile nel Palazzo ducale di Lucca per iniziativa del Centro nazionale per il volontariato (Cnv) e della Fondazione volontariato e partecipazione. Protagoniste dell’appuntamento, spiega un comunicato, “le città che nessuno racconta, ma nelle quali si vivono contraddizioni e innovazioni. Le città nascoste, quelle dell’emarginazione che non fanno notizia, ma anche le città silenziose che sperimentano innovazioni sociali e tecnologiche su cui il Terzo settore è sempre più protagonista”. Si parlerà, tra l’altro, di come la comunicazione racconta le  “città invisibili”, di città inclusive contro la marginalità, di città sostenibili e sicure, di identità culturale e di partecipazione, di accoglienza. “Ci interrogheremo e interrogheremo gli ospiti del festival – spiega il presidente del Cnv Edoardo Patriarca – che sulle realtà e le frontiere reali e immaginarie di una società in continuo cambiamento, una società in cui il terzo settore e il volontariato sono sempre più protagonisti e devono essere all’altezza, anche morale, del ruolo che svolgono”. Il Festival italiano del volontariato è raccontato sul web e sui social con gli hashtag #fdv2016 e #AbitareCittàInvisibili. Tra i relatori Carlo Bartoli, presidente dell’Ordine dei giornalisti della Toscana; Pietro Barbieri, portavoce Forum nazionale Terzo settore; Gianni Bottalico, presidente Acli e portavoce Alleanza contro la povertà; Gianfranco Cattai, presidente Focsiv; Linda Laura Sabbadini, direttore Dipartimento  Statistiche sociali e ambientali Istat.

© Riproduzione Riservata
Italia