Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Venezia: 500 anni del ghetto. Mostra internazionale e convegni “per lasciare impronta culturale duratura”

Le iniziative in programma per ricordare i 500 anni del ghetto di Venezia “sono accomunate – afferma il Comitato promotore – dalla volontà di lanciare messaggi destinati a lasciare un’impronta duratura a Venezia e a segnare i rapporti internazionali della città negli anni a venire”. Tra le iniziative promosse figura la mostra internazionale “Venezia, gli ebrei e l’Europa. 1516-2016”, organizzata in collaborazione con la Fondazione Musei civici di Venezia e in programma a Palazzo Ducale da metà giugno a metà novembre; rilevante la  collaborazione con le Gallerie dell’Accademia di Venezia e con alcuni musei e collezioni stranieri, quali il Louvre di Parigi, la Pinacoteca di Brera, il Museo ebraico di Vienna e alcune collezioni private. La presidenza del Comitato scientifico della mostra è affidata a Donatella Calabi, ordinaria di Storia dell’architettura all’Università Iuav di Venezia. Numerosi anche i convegni per il 500°. A inizio marzo si è svolto all’Università Ca’ Foscari quello intitolato “The Ghetto reconsidered: Minority and Ethnic Quarters in Texts and Images”. Il prossimo, a Palazzo Ducale, il 5-6 maggio, si intitolerà  “…li giudei debbano abitar unidi…” – The Birth and Evolution of the Venetian Ghetto (1516-1797).

© Riproduzione Riservata
Italia