Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Argentina: i vescovi contro la corruzione e l’impunità

Nei messaggi pasquali, i vescovi argentini sono stati unanimi nel segnalare che “non si può abbassare la guardia” e “si deve andare avanti nella lotta contro la corruzione e l’impunità”. I presuli si sono soffermati, inoltre, sul tema della povertà, del narcotraffico, della proliferazione e del gioco d’azzardo. “Quando l’impunità e la giustificazione prendono il posto del dovere morale e dell’esemplarità , il tessuto sociale si indebolisce”, ha affermato l’arcivescovo di Santa Fe e presidente della Conferenza epsicopale argentina, monsignor Jose Marìa Arancedo, esortando tutti, ma specialmente i dirigenti locali, “ad impegnarsi nell’invertire la crisi morale argentina”. Anche il gruppo dei dodici vescovi della Patagonia argentina hanno chiesto di non interompere “la lotta contro la corruzione e la disonestà culturale”, denunciando “l’ansia di avere e la sete di potere” che portano esclusione e distruggono la pace sociale, condannando le misure economiche che lasciano i poveri indifesi.

© Riproduzione Riservata
Mondo