Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Papa Francesco: messaggio “Urbi et Orbi”, “non dimenticare” la “schiera sempre più numerosa di migranti e rifugiati”

“Non dimenticare gli uomini e le donne in cammino alla ricerca di un futuro migliore, schiera sempre più numerosa di migranti e di rifugiati – tra cui molti bambini – in fuga dalla guerra, dalla fame, dalla povertà e dall’ingiustizia sociale”. È l’invito rivolto questa mattina da Papa Francesco nel messaggio “Urbi et Orbi” per Pasqua, pronunciato dalla loggia centrale della basilica vaticana. “Questi nostri fratelli e sorelle – ha ricordato il Papa -, sulla loro strada, incontrano troppo spesso la morte o, comunque, il rifiuto di chi potrebbe offrire loro accoglienza e aiuto”. Da qui l’auspicio che “l’appuntamento del prossimo vertice umanitario mondiale non tralasci di mettere al centro la persona umana con la sua dignità e di elaborare politiche capaci di assistere e proteggere le vittime di conflitti e di altre emergenze, soprattutto i più vulnerabili e quanti sono perseguitati per motivi etnici e religiosi”. Da Francesco un pensiero anche alla Terra “tanto maltrattata e vilipesa da uno sfruttamento avido di guadagno, che altera gli equilibri della natura”: “Penso specialmente a quelle aree colpite dagli effetti dei cambiamenti climatici, che non di rado provocano siccità o violente inondazioni, con conseguenti crisi alimentari in diverse parti del pianeta”.

© Riproduzione Riservata
Chiesa