Quotidiano

Quotidiano - Italiano

This content is available in English

Repubblica Ceca: vescovo Cikrle denuncia le adozioni di minori da parte di coppie omosessuali

(Bratislava) – “Il dono di crescere in una famiglia non è dato a tutti i bambini. Questo fatto, tuttavia, non può essere usato come pretesto per attuare modifiche legislative che permettano l’adozione di minori da parte di coppie dello stesso sesso”, ha dichiarato mons. Vojtech Cikrle, presidente del Consiglio per la famiglia e del Comitato di bioetica della Conferenza episcopale ceca. Le sue parole rappresentano la reazione ai recenti sforzi di introdurre nel sistema giuridico ceco il diritto all’adozione per le coppie omosessuali. “L’interesse del bambino è di cruciale importanza nel dibattito sulle adozioni. I bambini non sono degli oggetti adatti a degli esperimenti di questo tipo”, ha dichiarato mons. Cikrle. Il Consiglio per la famiglia ha rilasciato una dichiarazione sull’argomento, ponendo l’accento sulla questione dei diritti umani: “Il diritto di crescere ed educare un bambino non appartiene a nessuna coppia umana che possa avere tale desiderio… E se una coppia omosessuale rivendica il diritto alla genitorialità, nulla impedisce a qualsiasi altro gruppo di persone di rivendicare lo stesso diritto”. I rappresentanti di diverse istituzioni e organizzazioni cattoliche si oppongono ai cambiamenti legislativi in materia di unioni civili e sostengono la posizione del Consiglio per la famiglia.

© Riproduzione Riservata
Europa