Quotidiano

Quotidiano - Italiano

This content is available in English

Polonia: “Notte al confessionale” in 180 chiese. “Attesa misericordiosa” del Risorto

“Durante la Notte al confessionale vogliamo raggiungere coloro che sono al limite tra la fede e la sua mancanza”: don Grzegorz Adamski è il coordinatore dell’iniziativa che coinvolge, durante tutta la Settimana santa, 180 chiese sull’intero territorio della Polonia, e anche la parrocchia della Divina Misericordia a Manchester, in Gran Bretagna. “La Notte al confessionale è un’attesa misericordiosa di chiunque voglia ritornare dopo essersi allontanato nel peccato”, spiega il presule che sottolinea quanto il progetto, realizzato per il settimo anno consecutivo, susciti l’interesse soprattutto dei giovani dai 16 ai 35 anni. L’iniziativa è stata anticipata da una campagna d’informazione attraverso il volantinaggio, e affissioni pubblicitarie con orari di apertura delle varie chiese e distribuzione delle guide contenenti le spiegazioni relative alla preparazione del fedele a ricevere il perdono. La maggior parte delle chiese si prepara a rimanere aperta nella notte del Venerdì santo, durante la quale i penitenti verranno sostenuti dall’adorazione del Santissimo e dalle preghiere di altri fedeli. Non poche chiese inoltre sono rimaste aperte anche nelle notti precedenti, come a Kalisz dove il direttore di una radio diocesana, don Lukasz Skoracki, considera l’iniziativa “un’azione pastorale la cui efficacia si sta verificando sempre di più nel tempo”.

© Riproduzione Riservata
Europa