Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Venerdì Santo: Bari, domani esposizione della Sacra Spina nella basilica di San Nicola

“Il popolo fedele di Bari attende il prodigio della Sacra Spina che si rinnova quando il Venerdì Santo coincide con il 25 marzo, giorno in cui la Chiesa celebra la memoria liturgica dell’Annunciazione”. In questa giornata “il sangue di cui è macchiata la Sacra Spina si ravviva di colore”. È quanto annunciano con una nota i padri domenicani della basilica di san Nicola di Bari. La Sacra Spina della corona di Cristo, conservata nella Cappella delle Reliquie della basilica barese, fu donata nel 1301 da Carlo II d’Angiò, nipote di San Luigi IX. Insieme ai Libri liturgici, “essa – spiegano i padri domenicani – è testimone del rito parigino che Carlo II aveva instaurato nella basilica di San Nicola sua cappella regia”.“La tradizione – prosegue la nota – vuole che il verificarsi o meno del prodigio venga ufficialmente constatato da un notaio e da una commissione di esperti, come già avvenuto negli anni 1842, 1853, 1864, 1910, 1921, 1932, 2005”. La reliquia della Sacra Spina sarà esposta domani dalle 8.30. Dopo la recita dell’Angelus e del santo rosario, si svolgerà la verifica del prodigio da parte di una commissione scientifica composta da sei docenti dell’università di Bari e un notaio.

© Riproduzione Riservata
Territori