Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Giovani: Fuci, “in Europa non lasciarsi vincere dal sentimento di sfiducia”. Messaggio dopo i fatti di Bruxelles e Tarragona

“Sentiamo in questo momento, come cittadini europei, che sia necessario non lasciarci vincere dal tentativo di separazione e dal sentimento di sfiducia, ma che occorra sempre più pensarsi e unirsi sui valori essenziali che rendono dignitosa la vita umana e la sua esistenza all’interno di una comunità”, quella europea, “la cui importanza può essere ancor più, in questa condizione di sofferenza, riscoperta e vissuta concretamente”. La presidenza nazionale della Fuci riflette sul difficile momento che sta attraversando l’Europa, anche alla luce di due fatti, differenti tra loro, che hanno toccato i responsabili della stessa Federazione universitaria cattolica italiana: gli attentati di Bruxelles e l’incidente in cui hanno perso la vita diversi giovani Erasmus in Spagna. La Fuci “sente di esprimere la sua vicinanza e il suo cordoglio alle famiglie delle vittime di Bruxelles e a quelle dell’incidente di Tarragona”. In particolare “come universitari non possiamo rimanere indifferenti dinanzi alla tragicità che ha soffocato questi giovani, semi di futuro. In particolar modo partecipiamo al dolore delle famiglie delle studentesse italiane, nostre compagne”. “Nel ricordo che ci legherà a queste ragazze, sentiamo di valorizzare la scelta di tanti giovani universitari che come loro hanno aperto il proprio percorso formativo al confronto e incontro con l’altro, sognando e vivendo un’Europa in cui la formazione e i saperi possano essere condivisi e sviluppare una crescita comune, inclusiva e accogliente”.

© Riproduzione Riservata
Europa