Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Diocesi: mons. Marconi (Macerata) ai preti, “la nostra stessa vocazione è frutto di misericordia”

“Prima che ministri della misericordia verso i fratelli, tutti noi abbiamo ricevuto misericordia e la riceviamo di continuo, anzi la nostra stessa vocazione è frutto di misericordia”. Lo ha ricordato ai presbiteri il vescovo di Macerata-Tolentino-Recanati-Cingoli-Treia, monsignor Nazzareno Marconi, nell’omelia della Messa crismale celebrata questa mattina in cattedrale. “Il motto di Papa Francesco, ‘miserando atque eligendo’, ci ricorda – ha osservato – che non abbiamo nessun titolo e nessun merito per essere stati scelti da Gesù e dalla Chiesa a un compito così importante, come l’essere ministri di Dio. La contemplazione di questa misericordia che ci ha scelti da una parte ci mantiene umili, dall’altra ci rende coscienti della grandezza che ci è stata donata. Il ministero sacro è così grande che se Dio dovesse donarlo solo a chi lo merita o è in grado di portalo a compimento, non lo darebbe a nessuno. Solo per misericordia Dio può chiamare al ministero qualcuno. E lo ha fatto con ognuno di noi”.

© Riproduzione Riservata
Territori