Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Diocesi: Matera, sarà il card. Parolin ad aprire la Porta della Misericordia sabato 5 in cattedrale

Sarà il cardinale Pietro Parolin, segretario di Stato vaticano, ad aprire la Porta della Misericordia nella cattedrale di Matera e a presiedere, sabato 5 marzo alle 17, il rito della dedicazione del nuovo altare. Ne dà notizia l’arcidiocesi di Matera-Irsina in una nota con la quale comunica che il cardinal Parolin ha accolto l’invito di monsignor Salvatore Ligorio, arcivescovo di Potenza-Muro Lucano-Marsico Nuovo, metropolita di Basilicata e già arcivescovo di Matera-Irsina, dando “la sua disponibilità ad essere presente a Matera per il grande evento della riapertura al culto della cattedrale, per la storia secolare della città ma, soprattutto, in onore di Maria SS. della Bruna, patrona dell’arcidiocesi di Matera-Irsina alla quale è dedicata la Basilica”. All’inizio della celebrazione, prosegue la nota, “il card. Parolin attraverserà l’intera chiesa con i presbiteri concelebranti, i diaconi e i ministri portando alcuni frammenti di ossa prelevati dalle reliquie dei santi S. Giovanni da Matera e Sant’Eustachio da deporre nel sepolcro sotto l’altare”. La deposizione delle reliquie nel sepolcro sotto l’altare è prevista durante la celebrazione eucaristica dopo l’omelia. Seguirà la preghiera di dedicazione, la sacra unzione e l’incensazione con il braciere ardente sull’altare. Poi la celebrazione proseguirà regolarmente. Quella di domenica, conclude la nota, “sarà un’ulteriore occasione per la comunità diocesana per godere lo splendore ritrovato della cattedrale romanico pugliese di Matera, restituita al culto dopo 10 anni”.

© Riproduzione Riservata
Territori