Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Diocesi: Perugia- Città della Pieve, il cardinale Bassetti laverà i piedi tre donne profughe in gravidanza

Chinarsi a “lavare i piedi al fratello povero profugo o italiano in memoria di un Amore più grande: Cristo immolatosi sulla croce per la salvezza di tutti”. È quanto chiede la Caritas diocesana di Perugia-Città della Pieve, sollecitata dal suo pastore, il cardinale Gualtiero Bassetti, in occasione del Triduo pasquale. Non è casuale che Giovedì Santo, nella celebrazione della Coena Domini in cattedrale (alle ore 18), il cardinale compirà il rito della lavanda dei piedi ad alcuni ospiti della Caritas (profughi e fruitori degli “Empori della Solidarietà”, opere segno diocesane giubilari) e volontari che accolgono-servono queste persone in difficoltà. Tra i profughi – informa la diocesi – ci saranno tre donne in stato di gravidanza, di cui una all’ottavo mese, provenienti dal Continente africano. “Nella lavanda – spiega Daniela Monni, direttrice della Caritas diocesana – si ricorda il gesto di Gesù, che, lavando i piedi ai dodici discepoli, lava i piedi a tutta la Chiesa per amore. Il nostro cardinale arcivescovo laverà i piedi a coloro che sono chiamati oggi a servire i più piccoli e deboli e ai disagiati e dimenticati, quelli che danno fastidio. Tra questi ci sono i profughi di guerre o spinti dalla miseria, dalla mancanza di diritti o perché hanno perso il lavoro, una casa, fino a perdere la speranza”. A spiegare la stretta connessione tra il messaggio della Via Crucis del Venerdì Santo e il Giubileo straordinario della Misericordia è il cardinale Bassetti, che ha curato per il Papa le meditazioni delle XIV Stazioni della Via Crucis al Colosseo. Questo Giubileo, ha commentato di recente, “rappresenta lo sfondo su cui si muove tutta la Via Crucis”, la quale, così come l’Anno Santo, vuole parlare a tutti gli uomini e le donne di oggi che a me sembrano sempre più soli e confusi, inseriti dentro una società in continuo movimento che consuma tutto velocemente – beni, affetti e desideri – e che sembra avere smarrito sia la nozione di peccato che quella di verità”. Martedì Santo, 22 marzo, Bassetti sarà, al mattino (ore 8.30), presso l’Azienda “Igi-Primigi” in Corciano, per vivere con maestranze e dirigenti la preparazione alla Pasqua; nel pomeriggio (ore 17.30) visiterà alcuni reparti dell’Ospedale “Santa Maria della Misericordia” di Perugia e celebrerà l’Eucaristia con malati, familiari, operatori sanitari e volontari nella cappella interna, voluta, dallo stesso cardinale, tra le sette chiese giubilari dell’arcidiocesi. Mercoledì Santo (23 marzo) si recherà in visita all’Azienda Cucinelli in Solomeo, dove celebrerà la messa (ore 12). Giovedì Santo (24 marzo), nel primo pomeriggio, il porporato sarà in visita alla sezione femminile del Carcere, dove compirà il rito della lavanda dei piedi ad alcune detenute.

© Riproduzione Riservata
Territori