Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Cultura: in libreria “Poesie-preghiere da San Francesco a oggi” a cura di Maria Pia Risa

La curatrice dell'opera, Maria Pia Risa

Un’antologia di “Poesie-preghiere da San Francesco a oggi”. È l’opera della siciliana Maria Pia Risa (Editoriale Agorà), in libreria in questi giorni. Da San Francesco agli autori contemporanei, passando attraverso figure come Dante Alighieri e Giovanni Paolo II, ma pure con nomi lontani dal cristianesimo – come Leopardi, D’Annunzio e Montale – nelle cui opere tuttavia Risa identifica delle poesie-preghiere, l’opera in 360 pagine contiene 209 testi, attribuiti a 58 autori. La poesia-preghiera, sottolinea la curatrice dell’opera, si differenzia dalla poesia religiosa, poiché contiene un’invocazione. “Poesia e preghiera – scrive nell’introduzione al volume don Santino Spartà – sono sorelle. I poeti sono i portavoce dell’eternità nel tempo, le sentinelle sempre vigili tra terra e cielo, i sacerdoti laici, candidati a trasformare in preghiera l’alfabeto intimo dell’uomo”. Il volume – unico nel suo genere – è frutto principalmente di un’approfondita ricerca nella Biblioteca apostolica vaticana, dove l’autrice ha ritrovato e trascritto alcune poesie-preghiere inedite, tratte da fogli custoditi dalla Biblioteca ma mai riportati in un volume.
I testi sono raccolti in ordine cronologico, mantenendo la trascrizione originale. Per agevolare il lettore, ogni autore è accompagnato da una breve biografia, mentre le note esplicative non sono concentrate alla fine del libro, ma poste a piè di pagina. “Il lavoro della Risa – riporta la scheda di presentazione del volume – ambisce a porsi controcorrente: in un periodo storico in cui la poesia è sempre più negletta, la rilettura di questi testi immortali può essere di aiuto per rifugiarsi con profitto nell’interiorità del proprio essere. Non solo: può rappresentare un valido sussidio divulgativo e didattico, specie per le nuove generazioni”.

© Riproduzione Riservata
Territori