Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Profughi: Avramopoulos (Commissione Ue) a Idomeni. Aiuti dall’Europa. “Non fidatevi dei contrabbandieri”

Il commissario Ue Avramopoulos a Idomeni (foto SIR/Commissione europea)

(Bruxelles) L’Ue “è presente, fin dal primo giorno” a Idomeni, “cercando di aiutare le persone che vivono in condizioni terribili e per sostenere le autorità greche che devono gestire questa situazione complessa”. Dimitris Avramopoulos, commissario Ue per le migrazioni, è di ritorno dal confine greco-macedone, dove ieri ha visitato il campo di Idomeni per “portare solidarietà ai rifugiati e alla popolazione locale” e garantire “il sostegno pieno dell’Unione europea”. Il commissario ha assicurato ai rifugiati che l’Europa comunitaria e i suoi Stati membri “hanno fatto ogni sforzo per migliorare le condizioni di vita” nei luoghi di presenza dei migranti. L’Ue ha fornito in tal senso 148 milioni di euro di assistenza d’emergenza per la Grecia “per aiutarla a far fronte all’afflusso di profughi”. La Grecia sarà anche il primo Paese a beneficiare del nuovo strumento di aiuto di emergenza dell’Ue, che fornisce fondi per 700 milioni di euro nei prossimi tre anni. La scorsa settimana, il Consiglio ha raggiunto un accordo politico su questo nuovo strumento e l’argomento migrazioni tornerà in sede di Consiglio Ue nella riunione del 17-18 marzo. Si discuterà fra l’altro dell’accordo con la Turchia e di vie d’accesso sicure e legali aperte ai rifugiati. In tal senso a Idomeni Avramopoulos ha esortato i migranti “a non fidarsi dei contrabbandieri” che esercitano la tratta delle persone, sfruttandole economicamente e mettendone in pericolo la vita.

© Riproduzione Riservata
Europa