Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Diocesi: Lamezia Terme, mons. Frisina ai giovani “la tristezza nasce dal peccato, la felicità dall’amore”

“Fate della vostra vita un canto di amore. Chi ama comincia il Paradiso già su questa terra”. Lo ha detto questa mattina monsignor Marco Frisina incontrando gli studenti del liceo Campanella di Lamezia Terme alla presenza del vescovo Luigi Cantafora. Un dialogo, quello tra il sacerdote musicista e gli studenti, che ha avuto come filo conduttore proprio la musica che ha definito “un atto d’amore che mentre ci mette in contatto con le cose grandi del nostro cuore ci fa avvicinare a Dio”. Mons. Frisina ha parlato agli studenti lametini di perdono e misericordia, di Dio “che non ci guarda con l’atteggiamento del giudice pronto a punire, ma con lo sguardo di amore del Padre che sta accanto al letto del figlio malato e conta i battiti del suo cuore”. Un Dio, quello di cui Frisina ha parlato agli studenti lametini, “che soffre di fronte a tanti giovani schiavi del peccato, che sprecano la vita in cose che non danno la felicità vera, ma producono insoddisfazione e disperazione; che fanno diventare la nostra vita terra arida mentre Dio vorrebbe fosse un giardino”. Il sacerdote ha invitato i giovani a riscoprire il sacramento della Riconciliazione, ad andarsi a confessare dai propri sacerdoti “consapevoli del fatto che in quel momento voi incontrate l’amore di Dio che guarisce da tante tristezze, da tante paure. Quanta tristezza c’è nei volti di tanti giovani, che sembrano avere tutto eppure sono infelici. La tristezza nasce dal peccato, mentre la felicità nasce dall’amore. Chi ha Dio è felice”.

© Riproduzione Riservata
Territori