Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Donazioni sangue: Fidas, i donatori giovani sono cresciuti del 27%

I donatori di sangue di età compresa tra i 18 e 28 anni in casa Fidas (Federazione italiana associazioni donatori di sangue) sono cresciuti del 27%. Se infatti nel 2010 su 425mila iscritti alla Federazione i giovani erano circa 57mila (33mila uomini e 24 mila donne), i dati del 2015 ne registrano quasi 73mila. Lo si apprende da un comunicato stampa diffuso dall’associazione. “Un dato entusiasmante – ha sottolineato Aldo Ozino Caligaris presidente nazionale Fidas – che dimostra l’attenzione profusa da tutte le associazioni federate che hanno lavorato in modo sistematico riuscendo ad ampliare il coinvolgimento delle nuove generazioni”. I dati sono stati presentati in apertura del Meeting nazionale giovani Fidas un appuntamento, giunto alla sua diciassettesima edizione, che si prefigge di formare i giovani donatori dai 18 ai 28 anni; ma anche un momento di confronto e scambio di strategie fra i giovani delle 73 realtà associative presenti sul territorio nazionale. Nel corso del 2015 il rapporto tra maschi e femmine nei donatori 18-28 ha inoltre visto crescere le donazioni in rosa rispetto alla media nazionale e l’incremento maggiore della presenza giovanile si è registrato nelle regioni dell’Italia centro-meridionale. “Questo non significa che possiamo fermarci, piuttosto che è il momento di spingere sull’acceleratore”, ha ribadito Andrea Grande, coordinatore nazionale giovani Fidas. E le nuove leve del volontariato del dono dall’11 al 13 marzo saranno a Mondovì (Cn) per una tre giorni di formazione e di approfondimento: sarà possibile seguire l’evento sul canale Youtube Fidas e attraverso i social Facebook, Twitter e Instagram con l’hashtag #MeMo2016.

© Riproduzione Riservata
Italia