Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Ceis: a papa Francesco, “rimarranno i gesti concreti di padre che lei ha compiuto”

Papa Francesco visita il Ceis “San Carlo” di Marino (Roma, 26 febbraio 2016)

“Rimarranno i gesti concreti di padre che lei ha compiuto abbracciandoci, guardandoci negli occhi, ascoltando le nostre storie, facendo merenda con noi, ma anche ricordandoci che abbiamo il dovere di rialzarci dalle nostre cadute”. Così i “ragazzi” del Ceis (Centro italiano di solidarietà don Mario Picchi) scrivono a papa Francesco, nel terzo anniversario dell’elezione, chiedendosi “cosa rimarrà della sua improvvisa e commovente visita” alla comunità di San Carlo al Ceis, il 26 febbraio scorso. “Sappiamo – scrivono ancora i ‘ragazzi del Ceis’ nella missiva, datata 13 marzo – che oggi è un giorno speciale per Lei: tre anni fa veniva eletto Papa. Oggi vogliamo tenere ancora di più fede alla richiesta che ci ha fatto prima di benedirci tutti affidandoci alla Madonna di Lujan. Vogliamo pregare per lei e, facendole i nostri auguri per l’inizio del Suo quarto anno di pontificato, vogliamo dirle ancora una volta dal profondo del nostro cuore: grazie Santo Padre, ti vogliamo bene!”.

© Riproduzione Riservata
Chiesa