Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Azione Cattolica: mille giovani a Montesilvano per la scuola di formazione del Movimento studenti

Oltre mille studenti, dai 14 ai 19 anni di età, sono arrivati a Montesilvano per partecipare alla sesta edizione della Scuola di formazione per studenti del Movimento studenti di Azione cattolica (Msac). Il tema della tre giorni è “Siamo presente. La scuola che educa alla partecipazione”. Fino a domenica i partecipanti vivranno momenti di incontro, dibattiti, festa. Si tratta di un appuntamento che ricorre ogni tre anni, questa volta incentrato sul tema della partecipazione “quale dimensione concreta per creare una scuola che educhi davvero alla responsabilità, al dialogo, alla cittadinanza, avendo come modello di riferimento l’I care della scuola di Barbiana di don Milani”. “La sfida – spiegano Gioele Anni e Adelaide Iacobelli, rispettivamente segretario e vice segretaria Msac – sarà mettere in comune esperienze di scuola tutte diverse: ci sarà lo studente che racconterà esperienze positive ed entusiasmanti, lo studente più affaticato o preoccupato per il destino della sua scuola. Ma è proprio lì, nella scuola di tutti i giorni, che vogliamo essere al servizio della comunità dei compagni di scuola e degli insegnanti, con gioia e passione”. Secondo Anni e Iacobelli “tante, troppe volte la scuola è vissuta come un luogo passivo, freddo, dove gli studenti valgono solo per il voto che prendono. Il Msac sogna di avviare un processo diverso, con scuole vive e dinamiche in cui gli studenti siano protagonisti della propria formazione”.

Oggi pomeriggio è in corso l’accoglienza degli studenti che giungono da tutte le regioni d’Italia, che si svolge presso sei parrocchie di Città Sant’Angelo, Montesilvano e Pescara. Da domani mattina si entrerà nel vivo della scuola con la tavola rotonda introdotta da Sandro Calvani, consulente senior presso la Mae Fah Luang Foundation a Bangkok, cui interverranno il Project manager dell’associazione NeXt economia Luca Raffaele per l’ambito Economia e partecipazione, l’assessore alle Politiche sociali della Regione Lazio Rita Visini per l’ambito Politica e partecipazione e la presidente della commissione Cultura e istruzione del Parlamento europeo Silvia Costa per l’ambito Europa e partecipazione. Dopo il dibattito, sabato pomeriggio, gli studenti prenderanno parte a dodici workshop tematici guidati da esperti. Domenica mattina sarà la messa, presieduta dall’assistente ecclesiale generale dell’Azione cattolica italiana, mons. Mansueto Bianchi, ad aprire l’ultimo giorno di lavori. Si svolgerà poi una seconda tavola rotonda dedicata ad “esperienze, sogni e progetti per una scuola che educa alla partecipazione”. Vi prenderanno parte Aneela Nelson (studentessa pakistana), Paul Bhatti (già ministro dell’Armonia nazionale in Pakistan), Francesco Messori (studente e capitano della Nazionale di calcio amputati). Una delegazione del Msac di Taranto illustrerà un’esperienza di promozione di cittadinanza attiva.

© Riproduzione Riservata
Italia