Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Comunità di Sant’Egidio: a Livorno la rassegna “Medì”, per la rinascita delle città portuali

Venerdì 4 e sabato 5 marzo torna a Livorno “Medì”, la rassegna promossa dalla Comunità di Sant’Egidio per lo sviluppo delle relazioni tra le città del Mediterraneo. I lavori si svolgeranno al Teatro La Goldonetta, con inizio venerdì alle 16.30, con la prima tavola rotonda dedicata a prospettive e opportunità di cambiamento. “Le città del Mediterraneo – spiegano i promotori – sono oggi collettori delle speranze di vita e di futuro che riguardano molti nel mondo e che arrivano sulle coste attraverso flussi di persone e di merci, provenienti da almeno tre continenti”. Tunisi, Tangeri, Barcellona, Marsiglia, Genova, Civitavecchia, Lampedusa, Salonicco, Durazzo e la città ospite, Livorno, saranno rappresentate da uomini e donne che per motivi, con titoli e a livelli diversi, si misurano con la sfida del pluralismo, caratteristica e proposta originale della città e della cultura mediterranea. A confronto Andrea Riccardi, fondatore della Comunità di Sant’Egidio e storico, che terrà la relazione introduttiva, con Adolfo Romagosa, direttore di Porto 2000 a Barcellona; i sindaci di Livorno Filippo Nogarini e di Civitavecchia Antonio Cozzolino; Marco Carrai, presidente di Toscana Aeroporti, e Khalid Benomar, responsabile “Grandi Progetti” del porto di Tangeri. Sabato 5 marzo, alle 10, vi sarà un confronto sull’accoglienza dei profughi nel Mediterraneo, con le testimonianze di Ramia Mostafa che porterà a “Medì” la voce della Siria; di Ahmet Turk, sindaco di Mardin; Daniela Pompei, della Comunità di Sant’Egidio, sul lavoro condotto per l’apertura dei corridoi umanitari; Damiano Sferlazzo, vice sindaco di Lampedusa; Vasilios Milios, docente dell’ateneo di Salonicco. Nel pomeriggio, alle 16.30, lo sguardo si sposta sul tema “Città antiche, nuovi volti” per scandagliare il rapporto tra identità e cambiamento della popolazione nelle città portuali. A questo confronto prenderanno parte Dorian Hatibi, della Regione di Durazzo; Andrea Chiappori, della Comunità di Sant’Egidio di Genova; Roberto Botteghi, dell’Università di Nizza, che presenterà la situazione di Marsiglia; Nasri Rachdi, Tunisi, della Fondazione A. Tlili per la cultura democratica. Saranno coinvolte le comunità di immigrati, originari delle città rappresentate nei lavori dell’incontro e i ragazzi delle scuole superiori livornesi.

© Riproduzione Riservata
Europa